Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ponti di primavera: fino a 2 chili in più in 3 giorni

di
Pubblicato il: 29-04-2013
Sanihelp.it - Nemmeno il tempo di archiviare le abbuffate di Pasqua e Pasquetta, ed ecco che si è ormai arrivati ai ponti del 25 aprile e del 1° maggio, che rischiano di trasformarsi in un ennesimo attentato alla linea. 

A lanciare l’allarme è il dottor Emanuele De Nobili, direttore sanitario della beauty farm Villa Eden Leading Health Spa di Merano (BZ) ed esperto in nutrizione. «Dal momento che la Festa della Liberazione e quella dei Lavoratori cadono quest’anno a metà settimana, rappresentando per molti l’occasione di anticipare il weekend, è più che mai in agguato il pericolo di accumulare fino a 2 chili in soli 3 giorni

Essendo in ferie per più giorni consecutivi, infatti, si tende a rilassarsi e ad abbandonarsi senza freni ai piaceri della tavola e della convivialità. In occasione dei ponti primaverili, non si fanno sconti, con pranzi e cene a base di cibi molto sostanziosi e ricchi di grassi e sali, come insaccati, formaggi, panificati e carne alla griglia, che favoriscono per l’appunto l’aumento del peso corporeo. E il rischio di ingrassare aumenta se si associa un consumo eccessivo di alcolici».

«Innanzitutto – afferma il nutrizionista - se proprio bisogna concedersi qualche eccezione, è meglio farlo a pranzo, in quanto nell’arco della giornata è più facile smaltire le calorie prese in eccesso facendo magari una passeggiata, una corsetta o un giro in bici. 

Poi il movimento: 40 minuti di camminata o mezz’oretta di corsa al giorno, preferibilmente al mattino prima della colazione, sarebbero già sufficienti per smaltire la ciccia accumulata. In alternativa vanno benissimo gli esercizi in palestra: è consigliabile utilizzare i pesi anche per aumentare la massa magra, cioè quella metabolicamente attiva e che, quindi, permette di bruciare più calorie senza l’antiestetico deposito di adipe a livello addominale o, nelle donne, anche a livello dei fianchi.

Il mio suggerimento – conclude l’esperto  – è quello di seguire un regime alimentare che applichi il cosiddetto controllo glicemico. Si tratta di una dieta che prevede una buona colazione, un pranzo con della verdura fresca di stagione seguita magari da un piatto di pasta, meglio se integrale, e, alla sera, sempre delle verdure, questa volta cotte, accompagnate da poche proteine, possibilmente del pesce, magari cotto al forno o ai ferri. Il tutto limitando il sale ed eliminando gli alcolici».
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ufficio stampa beauty farm Villa Eden Leading Health Spa (Merano)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti