Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Una spesa consapevole nel carrello di Dario Bressanini

di
Pubblicato il: 16-05-2013

Sanihelp.it - Questa sera, giovedì 16 maggio a partire dalle ore 20, in occasione del Salone del Libro di Torino (in programma a Lingotto Fiere dal 16 al 20 maggio) la giornalista Nicoletta Carbone, grande esperta e appassionata di salute e benessere (è la conduttrice del programma Essere&Benessere, in onda dal lunedì al venerdì su Radio24 a partire dalle h. 11,05) presenta l’ultimo libro di Dario Bressanini dal titolo Le bugie nel carrello. Per una spesa più consapevole.

Un libro che vuole essere una guida per aiutare le persone a meglio comprendere cosa si nasconde dietro alle etichette dei prodotti che affollano gli scaffali dei supermercati. Perché spesso, si sa, ad attrarci sono gli slogan pubblicitari, i colori delle confezioni o ancora, alcune diciture che sembrano attestare naturalezza e bontà del prodotto, anche quando di naturale c’è ben poco.

«Entrare in un supermercato, soffermarsi sulle etichette dei prodotti, sfatare miti, leggende e i trucchi del marketing: questo libro cerca di rispondere ad alcune domande che il consumatore si pone davanti agli scaffali» ci spiega l’autore, che è ricercatore presso il Dipartimento di Scienza e Alta tecnologia dell’Università dell’Insubria a Como. Bressanini ha già al suo attivo ben sessanta lavori scientifici pubblicati su giornali e riviste nazionali e internazionali, una collaborazione con la rivista Le Scienze (come titolare della rubrica mensile Pentole e provette, dedicata all’esplorazione scientifica del cibo e della gastronomia), e un blog di successo (dal titolo Scienza in cucina, dove affronta con taglio scientifico temi di carattere gastronomico-scientifici).

Alcune bugie-alimenti del nostro tempo? Il Kamut®, il tonno, le patate al selenio, la mortadella, le uova e i pomodori di Pachino: solo per iniziare con la spesa consapevole. Dario Bressanini li prende in esame uno ad uno e ci racconta la verità. Ci accompagna tra gli scaffali di un supermercato immaginario e ci aiuta a capire cosa nascondono le etichette dei prodotti che acquistiamo. Perché imparando a leggere le indicazioni riportate sulle confezioni si scopre che i conservanti sono spesso presenti anche quando la pubblicità passa il messaggio naturale uguale salutare. E così scopriamo, ad esempio, che il tonno più buono non si taglia con un grissino. Con buona pace per il tonno s’intenda.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ufficio stampa Chiarelettere

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti