Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Apnee nel sonno e rischio Alzheimer

di
Pubblicato il: 20-05-2013
Sanihelp.it - Le apnee nel sonno possono favorire l’insorgenza di Alzheimer o è l’Alzheimer che può favorire l’insorgenza di apnee?
La risposta al questito non c’è, secondo uno studio condotto presso la New York University School of Medicine, però, le persone anziane più magre con apnee ostruttive durante il sonno tendono a sviluppare tutta una serie di sintomi che più facilmente li conducono all’Alzheimer.

Gli autori dello studio hanno reclutato 68 persone anziane, età media 71 anni: un quarto di questi pazienti ha evidenziato disturbi respiratori da moderati a gravi (disturbi che possono sottostare alle apnee), mentre il 49% del campione ha evidenziato disturbi respiratori leggeri, ma nessuno dei pazienti ha evidenziato sonnolenza diurna, mancanza di concentrazione ovvero nessuno ha manifestato apertamente le conseguenza di eventuali apnee nel sonno.
I pazienti più magri con problemi respiratori hanno evidenziato però, anche tutta una serie di marker che potrebbero esporli al rischio Alzheimer; dai dati raccolti in questo studio non è possibile dire quanta probabilità in più hanno questi pazienti di Alzheimer e neppure in quanti anni e se svilupperanno la malattia.

Paradossalmente i pazienti obesi con apnee sembrano protetti dall’Alzheimer. I risultati di questo studio, presentato al meeting di Philadelphia dell’ American Thoracic Society, sono sicuramente molto interessanti, ma vanno approfonditi: le persone anziane con problemi respiratori vanno monitorate nel tempo per vedere se e come sviluppano Alzheimer e in che modo curando i problemi respiratori, eventualmente, cala il rischio Alzheimer.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti