Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cataratta: bisturi laser 10 volte più preciso dell'uomo

di
Pubblicato il: 06-06-2013
Sanihelp.it - Con oltre 500.000 interventi all’anno, la sostituzione del cristallino per l’eliminazione della cataratta è l’operazione chirurgica più eseguita in Italia. I buoni risultati dipendono dalla precisione con la quale l’operazione è eseguita: grazie all’utilizzo di una nuova tecnologia laser a femtosecondi, è possibile per la prima volta eseguire questo intervento in maniera totalmente automatizzata e senza l’uso del bisturi.

Numerosi i vantaggi per il paziente: l’operazione è effettuata in day surgery,con l’utilizzo di anestesie più leggere e con tempi di recupero completo della funzione visiva più brevi rispetto al passato. L’utilizzo di cristallini artificiali di ultima generazione, inoltre, permette un rapido recupero della funzione visiva e la massima qualità visiva in tutte le condizioni di luminosità.

Il laser a femtosecondi è il bisturi più preciso al mondo: ha, infatti, una sensibilità nanometrica, pari cioè a un milionesimo di millimetro, può operare direttamente all’interno dell’occhio senza dover aprire il bulbo oculare e può essere programmato al computer in modo da effettuare in pochi secondi interventi impossibili manualmente.

Le fasi principali dell’intervento si effettuano senza l’utilizzo di bisturi metallici, pinze chirurgiche e sonde a ultrasuoni per la frantumazione del cristallino.  Il laser a femtosecondi, infatti, riesce a colpire il cristallino senza incidere la cornea ed esporlo perché è dotato di un’elevatissima potenza, cioè trasporta una grande energia, e ha la capacità di attraversare la materia trasparente. Queste operazioni sono automatizzate: vengono programmate dal chirurgo al computer ed effettuate dal laser in pochi secondi.

Il laser, inoltre, offre grandi vantaggi anche nella successiva fase di sostituzione del cristallino: questo strumento, infatti, può effettuare l’apertura della capsula contenente la lente naturale opaca mediante un’incisione circolare perfettamente centrata e dimensionata per il cristallino artificiale che verrà inserito. In tal modo si possono sfruttare al massimo le proprietà ottiche delle lenti intraoculari di ultima generazione.

Alcuni studi clinici dimostrano che la precisione del laser in questa operazione, cioè la corrispondenza tra l’incisione effettuata e la linea di quella ideale, arriva al 100% contro appena il 10% della mano del chirurgo. Non solo, questa incisione è autochiudente e, quindi, non necessità di sutura.  L’infiammazione post-operatoria è minore perché l’energia utilizzata all’interno dell’occhio è inferiore di circa il 50% rispetto agli ultrasuoni di ultima generazione.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Centro Diagnostico Italiano di Milano

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti