Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rischio cardiovascolare e rischio ictus

di
Pubblicato il: 10-06-2013
Sanihelp.it - Secondo uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Stroke intervenire sui fattori di rischio cardiovascolare riducendoli, può ridurre anche il rischio ictus.

Durante il 2010 l’American Hearth Association e l’American Stroke Association hanno individuato 7 fattori di rischio che incrementano il rischio cardiovascolare ovvero l’ipertensione, l’ipercolesterolemia, elevati livelli di glucosio nel sangue, l’obesità, il vizio del fumo, la vita sedentaria e una dieta poco sana e sbilanciata.
Tenendo conto di questi fattori di rischio è possibile assegnare un voto a ciascun paziente: da 0-4 si parla di cattiva salute cardiovascolare, da 5 a 9 si parla di salute media e da 10 a 14 si parla di salute cardiovascolare ottimale.

Nello studio in questione i ricercatori hanno esaminato i dati relativi a circa 22000 persone arruolate fra il 2003 e il 2007 e hanno valutato il rischio ictus in relazione ai 7 fattori di rischio implicati nel rischio cardiovascolare.
Ne è emerso che il miglioramento di almeno un punto nei range di valori della salute cardiovascolare comporta una sensibile diminuzione del rischio ictus. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti