Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cerotto contraccettivo: via libera negli Stati Uniti

di
Pubblicato il: 18-01-2002

Il primo sistema contraccettivo «formato» cerotto ha avuto il via libera alla commercializzazione negli Stati Uniti

Sanihelp.it - La Food and Drug Administration , l’ente federale per il controllo dei medicinali, ha appena approvato un nuovo anticoncezionale che, invece di essere assunto per bocca ogni giorno come la classica pillola, va applicato sulla pelle una volta alla settimana.

Il cerotto contraccettivo sarà messo in vendita a partire dall’inizio del 2002 negli Stati Uniti, mentre in Europa è in fase di registrazione. Il nuovo prodotto rilascia gli stessi ormoni contenuti nei contraccettivi orali ( etinilestradiolo e norelgestromin ) e va utilizzato per tre settimane consecutive, seguite da una di sospensione durante la quale compaiono le mestruazioni.

Efficace e sicuro come la pillola , ha, però, un inconveniente: funziona poco nelle donne che pesano più di 90 chili, probabilmente perchè la concentrazione degli ormoni nell’organismo è troppo bassa ed è insufficiente per bloccare l’ovulazione. Negli studi clinici, che hanno coinvolto oltre 3.300 donne, si sono verificate 15 gravidanze: un terzo proprio nelle donne in sovrappeso, mentre gli altri casi erano da attribuire a errori nell’applicazione. Si può applicare il cerotto sull’addome o sul torace , evitando però la zona del seno. Proprio perchè gli ormoni contenuti sono gli stessi della pillola, anche gli effetti collaterali sono analoghi: nausea e tensione al seno, rischi, anche se rari, di trombosi e di attacchi cardiaci soprattutto nelle donne fumatrici.
«La via transdermica - commenta il Piergiorgio Crosignani, ginecologo dell’Università di Milano - permette di allargare le opzioni contraccettive rispondendo alle esigenze di chi ha paura di dimenticare la pillola quotidiana». Negli ultimi anni le alternative ai tradizionali contraccettivi orali e ai dispositivi intrauterini o Iud, si stanno moltiplicando e alcune sono già disponibili.

PILLOLA IMPIANTABILE - In Italia arriverà nel 2002, ma in alcuni Paesi europei è già in vendita: si tratta della pillola sottopelle che blocca la fecondità per tre anni. Il dispositivo è grande quanto un fiammifero e libera continuamente un ormone progestinico. «Lo svantaggio - commenta Crosignani - è che non permette un buon controllo del ciclo: non si ha la mestruazione, ma sanguinamenti occasionali».

L’ANELLO VAGINALE - E’ un anello di plastica morbida e porosa che si inserisce nella vagina (diverso quindi dallo Iud che viene posto nell’utero) dove libera costantemente ormoni, estrogeni e progestinici, che assorbiti attraverso la parete, bloccano l’ovulazione. «Non provoca fastidio durante il rapporto sessuale - precisa Crosignani - si può rimuovere facilmente dopo 21 giorni per permettere la comparsa delle mestruazioni e può essere di nuovo reinserito dopo una settimana. Approvato negli Usa, è in arrivo anche in Europa.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti