Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Viaggi aerei? Occhio a pelle secca e gambe gonfie

di
Pubblicato il: 19-06-2013
Sanihelp.it - Tempo di partenze. Chi è diretto in aeroporto, deve sapere che la pelle è messa a dura prova dai viaggi ad alta quota. L' atmosfera interna degli aerei infatti è caratterizzata da un' aria molto secca e l' umidità è pressoché assente. Gli effetti sono evidenti: secchezza cutanea, prurito intenso, esfoliazione eccessiva. Al rientro, la pelle appare disidratata, opaca, coperta di squamette biancastre.

Come porre rimedio a tali inconvenienti? Anzitutto, prima di partire è opportuno ungere bene, con emulsioni o creme idratanti e nutrienti a base di oli vegetali, ceramidi, burro di karité, la pelle del corpo e del viso.

Rebecca Restrepo, global make up artist Per Elizabeth Arden, consiglia di applicare sulle labbra, prima di salire sull'aereo, un sottile velo di balsamo lenitivo, emolliente e rigenerante, a base di petrolato, principio attivo protettivo e idratante, vitamina E, che combatte i radicali liberi e protegge la pelle dalle aggressioni ambientali, e beta idrossiacidi, dall’effetto calmante e antinfiammatorio. Ottimo anche su mani e gomiti durante il viaggio, per evitare che si secchino troppo. Per un facile assorbimento, riscaldare il prodotto nel palmo delle mani prima di stenderlo.  

Vietati gli indumenti ruvidi, sintetici, la lana, a diretto contatto della pelle: meglio vestirsi a strati. Il primo strato deve essere di cotone, lino o seta. Durante il viaggio, tenere a portata di mano una crema idratante per il viso, uno stick per le labbra e un flacone di acqua termale spray, da spruzzare durante il volo sul viso e sul collo, per una sensaizone di freschezza. L'idratazione è anche dall'interno: è bene infilare nel borsone una bottiglia di minerale, e ricordarsi di bere un bicchiere per ogni ora di viaggio.

Contro occhi gonfi e occhiaie, il trucco del professor Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano, è applicare sulla mascherina per dormire poche gocce di oli essenziali di lavanda, che è rinfrescante, e camomilla, potente decongestionante.

E più si sta sedute, più si sentono le gambe pesanti come macigni, a causa della circolazione sanguigna rallentata dalla posizione statica e dal caldo. Questo esercita un’azione vasodilatatrice dei capillari che, dilatandosi, perdono elasticità, contribuendo a rendere più difficoltosa la circolazione sanguigna e ostacolando il ritorno venoso dagli arti inferiori. In questi casi può essere d'aiuto uno spray rinfrescante a base di troxerutina, un flavonoide noto per le sue proprietà antiossidanti che favoriscono la circolazione, e mentolo, dall’azione piacevolmente rinfrescante. Nebulizzato sulla zona interessata, dona immediato benessere alle gambe gonfie e affaticate. 

E all' arrivo? Lavarsi con oli o creme da bagno, e non con bagnoschiuma o altri preparati schiumogeni, che seccano ulteriormente la pelle, quindi applicare per qualche giorno, emulsioni idratanti su tutto il corpo. 
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Internet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Iscriviti alla newsletter di Beauty Tips
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti