Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Suicidio: conoscerne le motivazioni per prevenirli

di
Pubblicato il: 14-06-2013
Sanihelp.it - Uno studio condotto presso la British Columbia ha evidenziato l’importanza di conoscere le cause di suicidio per prevenire i gesti estremi: nello studio pubblicato sulla rivista Suicide and Life-Threatening Behavior gli studiosi sottolineano come in base alle motivazioni che possono spingere al suicidio così vanno intentati i programmi di recupero del paziente.

Secondo questo studio, infatti, non tutti i pazienti che tentano il suicidio necessitano di uguale intervento terapeutico, ma il tipo di intervento è strettamente conesso alle motivazioni che hanno indotto a tentare il suicidio.

Secondo questo studio il suicidio molto raramente è il risultato di un gesto non meditato, fatto d’improvviso per cercare aiuto o per risolvere un problema finanziario.
I tentativi di suicidio sono generalmente a lungo meditati e di solito quando vengono intentati con l’intento di richiamare l’attenzione, non celano un effettivo desiderio di morire, quanto di chiedere aiuto.
Quando invece l’idea di suicidio matura in una persona profondamente provata dal dolore e dallo sconforto il desiderio di morire è forte ed è più difficile intervenire. 
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti