Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'importanza dello iodio in gravidanza

di
Pubblicato il: 19-06-2013
Sanihelp.it - Negli ultimi tempi sono numerosi gli studi scientifici che sottolineano come spesso l'apporto di iodio, in più parti del mondo,  è del tutto insufficiente durante la gravidanza e come la carenza di iodio sia la prima causa, molto facile da rimediare, di danno cerebrale nel mondo.

Lo studio condotto presso l'università di Adelaide, è l'ultimo in ordine di tempo a richiamare l'attenzione sul problema: fino alla 12.ma settimana di gestazione il feto assume lo iodio direttamente dalla tiroide materna e questo sottopone la tiroide ad un superlavoro e può ingenerare carenze soprattutto se l'apporto di iodio con la dieta non è ottimale.

Se l'uso di sale iodato, le passeggiate in riva al mare e il consumo di alimenti ricchi di iodio come yogurt, latte, gelato, panna non è sufficiente allora è meglio assumere anche un integratore a base di iodio, per evitare problematiche al sistema nervoso del nascituro ed evitare che si instaurino problemi da carenza anche nella mamma. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti