Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Reality Dieta, giorno 1

di
Pubblicato il: 20-09-2004

Per sbarazzarmi dei chili accumulati in vacanza ho deciso di chiedere aiuto. A un dietologo, per avere la dieta giusta, e a voi, che seguendo il diario dei miei sforzi potrete aiutarmi a resistere o raccontare la vostra esperienza in un forum. Iniziamo l'esperimento?

Sanihelp.it - Chi dice che il rientro dalle ferie è il momento di un bilancio, forse sbaglia una vocale: settembre è il mese della bilancia, e non intendo il segno zodiacale.

30 Agosto 2004

Appena rientrata con borse e valigie, apro la porta del bagno ed eccola lì, pronta a segnalarmi il frutto di due settimane di eccessi alimentari. Con la testa bassa appoggio un piede, poi l’altro, trattengo il respiro… e come immaginavo l’ago supera il peso della partenza!
Colpa degli infiniti buffet a pranzo e a cena? Beh, magari anche degli aperitivi, dei cocktails e dei gelati in piscina. Ma ora sono tornata e posso ancora rimediare, mi dico come ogni anno.

15 Settembre 2004, due settimane dopo.

Dopo un paio di settimane della solita vita a casa, mi rendo conto che ad avere nostalgia dell’estate non è solo il mio cervello, ma anche il mio stomaco, e non gli do torto. Come si fa a passare come se niente fosse da quei primi strepitosi al triste petto di pollo alla griglia?

E infatti ho continuato a rimandare, finché la solita bilancia, ignorata fino a oggi, mi ha fatto tornare con i piedi per terra. Quasi la sento parlare: «se mangi come prima, e in più fai meno movimento di prima, come pensi di non aumentare di peso?».

Il primo istinto è quello di buttarla dalla finestra, ma non risolverei il problema. Per metterla a tacere davvero ho bisogno di un alleato, che mi sappia aiutare a tenere duro e soprattutto a evitare sacrifici inutili o peggio dannosi.

Non voglio perdere un attimo, ora che mi sono convinta: alzo il telefono e prendo un appuntamento dal dietologo, il primo passo verso una vita più sana!

Nei due giorni che mi separano dalla visita, però, la tensione cresce: come funzionerà? Dovrò dirgli che il mio stile alimentare non è esattamente equilibrato, che odio la verdura e che il mio sport preferito è quello visto in tv? Quanto sarà terribile la sua bilancia? E se scopro che la mia è difettosa? Potrei avere delle brutte sorprese…

Queste e altre domande angosciose mi tormentano mentre sfoglio nervosamente una rivista nella sala d’aspetto del dottor Lice. Poi la porta si apre, è il mio turno!

Devo dire che la prima impressione non è male.
Il medico mi mette subito a mio agio, mi fa domande sulla storia del mio peso, sulle mie abitudini alimentari e su cosa mi aspetto da questa dieta. Mi spiega che più che focalizzarci sul peso finale ci occuperemo del percorso attraverso cui raggiungerlo, in modo da creare uno stile alimentare equilibrato che mi permetta di raggiungere una stabilità di peso senza stravolgere le mie abitudini.

Per questo, mi dice, io e lui saremo sempre in contatto, e anche una volta raggiunto il peso ideale stabiliremo una linea di confine da non superare mai, che continueremo a monitorare con visite trimestrali. Insomma, mentre lui parla io me lo immagino sempre con me, appollaiato sulle spalle come i calciatori di un certo spot.
E potrò chiamarlo o contattarlo via e-mail per ogni dubbio o difficoltà…non sa ancora cosa lo aspetta!

Voglio cambiare una volta per tutte il mio stile alimentare, e con questa nuova forza d’animo mi sottopongo alla seconda parte della visita: in mutande sulla bilancia, aspetto in suspence che rilevi il mio peso e la mia altezza. Accettabili, tutto sommato. Ma prima di stabilire insieme una misura approssimativa del mio sforzo, manca ancora un test: il plicometro, altrimenti detto cicciometro, cioè una pinza che misura lo spessore dei famosi rotolini in alcuni punti strategici, ricavandone dei parametri che servono per misurare il grasso corporeo.

Ora il dottor Lice ha sottomano tutti i dati necessari per preparare la mia dieta personalizzata. Per fortuna gli ci vogliono un paio di giorni, che io ovviamente trascorro a mangiare per l’ultima volta le schifezze più caloriche del mondo.

20 settembre 2004, Lunedì

Alle 9.30 la mia dieta mi attende nella casella di posta elettronica, puntuale come la voglia di cappuccino e brioche. Prima di aprirla faccio un bel respiro… inizia l’avventura per perdere i chili di troppo! Ce la farò? Io ce la metterò tutta, ma voi statemi vicino!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti