Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Fratture alle ossa prevenibili con una dieta ricca di calcio

di
Pubblicato il: 01-07-2013
Sanihelp.it - Nel mondo avviene una frattura da osteoporosi ogni 3 secondi, per un totale di 3 milioni di fratture all’anno solo in Europa. All’età di 50 anni una donna su tre è a rischio di frattura, un rischio che è superiore a quello di un tumore mammario, ovarico e uterino combinati insieme.

Eppure può essere largamente prevenuta attraverso uno stile di vita adeguato, che includa abitudini alimentari appropriate, come l’assunzione della giusta quantità giornaliera di calcio, vitamina D e proteine.

La maggior parte delle persone può ricavare tutto il calcio e la vitamina D di cui ha bisogno attraverso l'alimentazione. Gli integratori di calcio dovrebbero essere utilizzati solo da coloro che non riescono a ottenere abbastanza calcio dalla loro dieta o che presentano un elevato rischio di osteoporosi.

Ciononostante, tra gli anziani è molto diffuso uno scarso nutrimento delle ossa. Uno su cinque presenta una scarsa densità ossea al raggiungimento dei 70 anni e oltre. Combinato agli sbalzi ormonali tipici della menopausa, questo non può che far male alle ossa. Dall’età di 45 anni, soprattutto nelle donne con l’arrivo della menopausa e la sospensione del ciclo, inizia la perdita di densità ossea che accelera al raggiungimento della sesta decade di vita.

Un modo semplice per assicurarsi un’alimentazione amica delle ossa è quello di consumare più prodotti lattiero-caseari. Tali cibi hanno anche il vantaggio di annullare gli effetti collaterali delle cure ormonali destinate alle donne in menopausa.

Necessitiamo di circa 800 mg di calcio al giorno per la felicità delle nostre ossa – dopo la menopausa questo fabbisogno aumenta a 1.200mg al giorno. Per quanto riguarda le proteine, una donna normopeso (circa 60kg) deve consumare 53g di proteine al giorno. Un litro di latte fornisce più del calcio necessario a soddisfare le raccomandazioni giornaliere. Inoltre, fornisce 32g di proteine, ovvero più del 50% del nostro fabbisogno giornaliero. Il latte può essere sostituito dal formaggio o dallo yogurt.

Tuttavia, non tutti riescono a raggiungere i livelli raccomandati di calcio ed è per questo motivo che i prodotti lattiero-caseari arricchiti di calcio e vitamina D vengono raccomandati nelle Linee Guida Europee per la salute delle ossa.

La convenienza economica della promozione di un consumo adeguato di prodotti lattiero-caseari che permetta a tutti gli over 50 di raggiungere i livelli raccomandati di calcio è stata confermata in uno studio sponsorizzato da Danone e pubblicato l’anno scorso. Esso dimostra che si possono risparmiare centinaia di milioni di euro in Europa grazie a un ridotto costo del trattamento delle fratture ossee.

Bisogna sottolineare, infine, l’importanza di tenere conto delle scelte e delle preferenze dei pazienti quando si tratta di consigliare alimenti amici delle ossa. Per esempio, possono essere felici di ottenere 400mg di calcio al giorno da uno yogurt arricchito. Oppure preferire mettere 3-4 cucchiai di parmigiano sulla loro pasta ogni giorno. Altri ancora potrebbero preferire bere acque minerali ricche di calcio.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Danone

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti