Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

4 punti per il cuore dei bimbi

di
Pubblicato il: 21-09-2004

Domenica 26 settembre 2004 si rinnova l'appuntamento con la Giornata mondiale per il cuore, dedicata quest'anno alle malattie cardiovascolari nel bambino. Iniziative di informazione e prevenzione si svolgeranno su tutto il territorio nazionale e in 100 paesi del mondo.

Sanihelp.it - Prevenire è meglio che curare: non è un luogo comune né uno slogan pubblicitario. È una verità da tenere ben presente, soprattutto per l’avvenire dei nostri figli.  
Prevenzione è anche la parole d’ordine della quinta edizione della Giornata mondiale per il cuore, focalizzata quest'anno sulle malattie cardiovascolari nei bambini.  

La giornata, celebrata in tutto il mondo domenica 26 settembre, è organizzata in Italia dalla Fondazione Italiana per il Cuore e si avvale della collaborazione di 34 società scientifiche, fondazioni e associazioni di volontariato, riunite per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione e della riduzione dei fattori di rischio.  
 
«Il problema sanitario più importante della nostra società sono le malattie cardiovascolari (infarto miocardico e ictus cerebrale)», dichiara il professor Rodolfo Paoletti (presidente della Fondazione Italiana per il Cuore).  
«Uno scorretto stile di vita in infanzia e adolescenza favorisce la comparsa dei fattori di rischio (ipercolesterolemia, fumo, stress, obesità, ipertensione, sedentarietà, diabete) in età adulta.  
L’insieme di queste alterazioni provoca un danno irreparabile alle arterie (aterosclerosi) che aumenta il rischio di infarto e ictus».  
 
Bisogna dunque impegnarsi in campagne educazionali che trasmettano ai ragazzi il valore della salute: ciò significa renderli consapevoli delle proprie responsabilità nei confronti del proprio corpo.  

  1. Trasmettere una cultura della salute, soprattutto per quanto riguarda il fumo e l’assunzione di droghe. La conoscenza dei fenomeni di dipendenza di tali sostanze è il presupposto necessario per un cosciente rifiuto.  
    In pratica, è fondamentale per i genitori creare un dialogo con i figli, per aiutarli a sviluppare opinioni e giudizi sulle cose.
  2.  
  3. Adottare, in gravidanza, una nutrizione ottimale, che pone le basi per uno sviluppo armonico del bambino.
  4. Promuovere abitudini alimentari sane: limitando i grassi, moderando il consumo di carne, mangiando molta verdura e frutta.
  5. Incoraggiare l'attività fisica, sostituendo gli spostamenti in automobile o ascensore con il movimento fisico, scoraggiando i passatempi tecnologici.  
    «Favorire lo sport», sottolinea il professor Luigi Frati (presidente della Commissione Scientifica Antidoping del CONI), «oltre alla valenza preventiva cardiovascolare, facilita la crescita individuale e sociale, offrendo modelli positivi quali la cura dell’ambiente e il rispetto per gli altri e il rifiuto di modelli negativi quali la sedentarietà e l’utilizzo di droghe (doping)».
 Inoltre in molte città sono previste diverse iniziative, aperte a grandi e piccini: check up gratuiti, incontri formativi sull’importanza di un corretto stile di vita, ma anche giochi all’aria aperta, biciclettate e maratone.  
 
Tra le varie proposte segnaliamo quella dell'Ospedale S. Paolo di Milano: domenica 26, presso il Poliambulatorio Ospedaliero di via Rudinì 8, i cardiologi saranno a disposizione dei cittadini per fornire indicazioni utili sulla salvaguardia della salute, nonché per misurare il rischio cardiovascolare di ciascuno attraverso visita cardiologica e rilevazione del tasso di colesterolo (per prenotarsi chiamare 02 81844355).  

E per chi vuole semplicemente porre domande a uno specialista di malattie cardiovascolari è attivo, giovedì 23 e venerdì 24, il numero verde 800 824039.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Fondazione Italiana per il Cuore

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti