Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Basta una settimana di vacanza per proteggere il cuore

di
Pubblicato il: 23-07-2013
Sanihelp.it - Secondo le proiezioni, quest'estate 35 milioni di italiani dovranno rinunciare o tagliare drasticamente le vacanze. Secondo gli esperti riuniti in occasione del Congresso Nazionale dell’Anmco (Associazione Medici Cardiologi Ospedalieri), il mancato relax e la tensione che ne deriva aumentano il rischio di depressione e ansia e queste possono accrescere il pericolo di infarti e ictus.

Lo stress aumenta la pressione arteriosa e l’alterazione dei fattori infiammatori facilita la formazione di trombi e coaguli pericolosi. Rinunciare alle ferie può comportare un incremento della probabilità di ipertensione e del rischio di aritmie, a seguito della rabbia repressa causata dal peggioramento della condizione socio-economica.

La conferma arriva da uno studio svolto dal Servizio di Psicofisiologia Clinica del San Camillo-Forlanini di Roma, in collaborazione con la Cattedra di Psicofisiologia Clinica della Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università Sapienza di Roma. La ricerca condotta su 30 individui che avevano avuto un attacco di cuore dimostra che la tensione muscolare causata nel 61% dei casi da problemi socio-economici e isolamento sociale e nel 34% da difficoltà lavorative e familiari, aumenta del 30% il rischio di depressione e questa, a sua volta, accresce del 20% la probabilità di malattie cardiovascolari.

Restare in città in estate è pericoloso anche per il maggior caldo, con la minaccia della disidratazione e delle conseguenze negative che ne derivano sul lavoro cardiaco: il sangue diventa infatti più denso e il cuore fa più fatica a pomparlo in circolo. Sono particolarmente a rischio tutti i pazienti che già soffrono di una patologia cardiovascolare, come gli ipertesi, i pazienti con scompenso cardiaco o chi ha una patologia venosa.

Ma i cardiologi rassicurano: basta anche solo una settimana di vacanze per ridurre il rischio. Al riposo va aggiunto l’utilizzo di alcune strategie cognitive quali per esempio la capacità di finire la giornata con pensieri positivi e la consapevolezza di essere capaci di affrontare le difficoltà e di sentirsi utili a se stessi e agli altri.

Chi soffre di una patologia cardiovascolare dovrebbe sottoporsi a un controllo dal cardiologo prima a inizio estate. Necessario anche tenere sotto controllo la dieta e cercare di fare sempre un po' di movimento nelle ore meno calde della giornata, per esempio con una passeggiata nel quartiere alla sera.

Fondamentale, infine, far sì cheil periodo libero dal lavoro sia comunque un momento di vacanza da godere, facendo qualcosa di divertente o interessante: una serata al cinema all'aperto, una cena low cost a una sagra, una visita a una mostra. 
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
ANMCO

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti