Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Lo studio

Se le storie a distanza funzionano

di
Pubblicato il: 23-07-2013

Le relazioni a distanza nascono per motivi diversi: dagli incontri fortuiti alle necessità della nuova mobilità sociale. Secondo uno studio la lontananza fisica rafforza il legame.

Se le storie a distanza funzionano © Photos.com Sanihelp.it - In linea teorica c’è chi si dice assolutamente contrario perché pensa che non riuscirebbe a fare a meno della fisica quotidianità di una relazione, c’è chi invece non esclude la possibilità se dovesse capitare e poi c’è chi una storia a distanza l’ha vissuta o la vive con esiti più o meno felici, come in tutte le relazioni d'amore.

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Communication però il legame di coppia sembra essere più intenso quando i partner vivono in città diverse, vivere insieme dunque non garantisce una profondità di unione.

Crystal Jiang della City University of Hong Kong e Jeffrey Hancock della Cornell University negli Stati Uniti hanno coinvolto diverse coppie, tra le quali alcune impegnate in una relazione a distanza, e hanno chiesto loro di tracciare un resoconto delle interazioni giornaliere: incontri vis à vis, telefonate, messaggi, videochiamate, mail. Dopo una settimana, ai partecipanti è stato chiesto di comunicare il grado di coinvolgimento nella relazione: quanto condividevano con il partner in termini di pensieri, emozioni e sensazioni? Dai risultati è emerso che le coppie che avevano una relazione a distanza erano più forti in questo senso, con una maggiore capacità di apertura e di dialogo. «Non si deve essere pessimisti sulle storie d'amore a distanza: chi vive lontano mette più impegno nel comunicare intimità e affetto al partner di quanto non avvenga all'interno di coppie che vivono assieme e gli sforzi vengono ripagati», sostiene Crystal Jiang.
Abbiamo chiesto un commento al dottor Marco Rossi, psichiatra e sessuolgo: «La difficoltà principale per la coppia a distanza è non condividere la quotidianità: il tempo che si trascorre insieme è limitato e non si ha un contatto continuo con il partner. Le persone impegnate in questo tipo di relazione vivono una sorta di doppia vita: quella che conducono abitualmente da soli e quella alimentata dai momenti con il partner. Vivere una relazione a distanza impone una grande capacità di gestire il rapporto e di organizzare il proprio tempo. Due amanti lontani oggi sono certamente aiutati dallo sviluppo tecnologico: con chat, mail e telefono essere vicini in tempo reale è più facile, senza contare che con webcam e videochiamate diventa anche possibile vedersi!

Iniziare una storia a distanza porta spesso con sé molte perplessità e molti dubbi, è di certo una situazione delicata e a volte faticosa, che si riesce ad affrontare solo se ne vale la pena. Una relazione a distanza richiede molta progettualità, anche a lungo termine: è evidente che bisogna mettere in conto un avvicinamento, trovare un accordo e decidere chi si trasferirà e quando.

Si sperimenta la preziosità del living together apart, del vivere separatamente insieme. Ognuno, anche nei momenti in cui non si è vicini, avrà i propri spazi, i propri amici, i propri impegni e le proprie passioni. Ci vuole rispetto e fiducia reciproca, già fondamentale in ogni rapporto di coppia, ma maggiormente amplificata in una situazione in cui il contatto visivo è più labile.Per reggere una relazione a distanza bisogna quindi essere molto indipendenti».
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Adnkronos e Intervista a Marco Rossi

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti