Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Viaggi in rosa

In vacanza con le amiche

di
Pubblicato il: 06-08-2013

Sono in aumento le donne che scelgono di partire con le amiche e il turismo si specializza in offerte al femminile. Perché partire tra donne? Scopriamolo insieme.

In vacanza con le amiche © Photos.com

Sanihelp.it - Alzi la mano chi non ha mai desiderato staccare qualche giorno da lavoro, casa, fidanzato, marito e figli. Quello che sembra essere un comune desiderio femminile si trasforma spesso in realtà: sono sempre di più infatti le donne che decidono di partire con una o più amiche. Secondo il Touring le viaggiatrici italiane sono un milione e 400 mila, mentre negli Stati Uniti le donne che partono da sole rappresentano il 75% della popolazione.

«Ma le donne che partono con le amiche non è che non hanno uno straccio di fidanzato o di marito», ci racconta Isa Grassano, giornalista esperta e appassionata di turismo e autrice della guida In viaggio con le amiche edita da Newton Compton. «Sono donne che hanno voglia di condividere un'esperienza preziosa come possono essere le vacanze, ma anche una giornata o un weekend, insieme alle proprie amiche appunto, all'insegna della complicità femmile. Le donne iniziano a condividere il viaggio che vivranno ancora prima di partire: ci si scambia emozioni, ci si consiglia sulla preparazione dei bagagli, si decide insieme cosa fare e cosa vedere. Una volta in vacanza poi, si condivide lo sguardo di fronte alle cose, ci si incanta davanti ai colori del tramonto o alla meraviglia della natura, ci si perde nei mercatini o si dedica tempo allo shopping, si scambiano i vestiti e ci si da consigli sul trucco, si chiacchiera in camera fino a tardi, affrontando argomenti che con il proprio compagno in genere non si trattano».
 

E il mondo del turismo si attrezza: sono sempre più numerose infatti le proposte per le amiche in viaggio: mete in rosa nei colori, nelle atmosfere, nei dettagli, in Italia, ma anche in Europa e all’estero. Luoghi adatti alle donne e sicuri da girare. Isa Grassano dedica la sua guida al mondo femminile e raccoglie esperienze pink, proposte in Italia e all'estero, piccole chicche adatte alle donne e pensate per le donne, e ancora i consigli per muoversi in sicurezza, i siti da consultare prima di partire e le app da avere nel bagaglio a mano. Un riferimento utile e curioso, da gustare pagina dopo pagina, alla scoperta della nostra bella Italia e non solo.

Dall'esperienza del libro nasce anche www.amichesiparte.com, un pink blog ideato da Isa Grassano e Lucrezia Argentiero, giornaliste e amiche, sempre in viaggio per lavoro. Il blog raccoglie mete ideali e sicure al femminile, dalle Spa e centri benessere agli ostelli just for women o agli hotel che propongono pacchetti ladies. Una rubrica è riservata ai consigli di Carla Diamanti, personal travel designer; un’altra è dedicata ai viaggi di gusto. E ancora: posti chic e insoliti per festeggiare con le amiche l’addio al nubilato, le cose da fare gratuitamente, gli eventi rosa in Italia e all’estero e molti altri spunti.

Abbiamo chiesto un commento sull’amicizia tra donne alla dottoressa Michela Rosati, psicologa e psicoterapeuta a Terni. «Il rapporto tra amiche è profondamente diverso rispetto alle amicizie al maschile. Le donne amano stare tra donne perché possono essere se stesse, senza ansia da prestazione, anche relativamente ai propri fallimenti. Si trova nell’amica una donna con la quale aprirsi e confidarsi in maniera schietta e genuina, usando spesso l'arma dell'autoironia per superare le comuni disavventure. Le amiche sono ritenute affidabili, capaci di dare supporto emotivo e di capire, aspetto che invece può mancare nella relazione con il partner: sono molte le donne che non si sentono comprese dal compagno.

Lo stare con le amiche, che sia per una giornata o per un’intera vacanza, può essere di beneficio: alcuni ricercatori dell’Università della California hanno perfino descritto un nuovo modello di risposta allo stress tipicamente femminile, chiamato tend and befriend, cioè prenditi cura e sii amichevole; la presenza delle amiche, in termini biologici, stimolerebbe la produzione di ossitocina, un ormone associato a sensazioni di benessere. Anche perché quello tra donne è un legame in cui il dialogo diventa protagonista: si prova molta soddisfazione nel parlare per ore e ore, nel mettersi a nudo, nel guardarsi in profondità; anche questo modo di relazionarsi è spesso frustrato nella vita di coppia. Quando tra amiche c’è feeling ed empatia, dunque, le vacanze in rosa possono regalare una grande carica di vitalità».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Intervista a Isa Grassano e a Michela Rosati (www.michelarosati.it)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti