Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I pericoli sono in casa e nello sport

Bimbi, attenzione alle manine!

di
Pubblicato il: 20-08-2013

Gli incidenti alle mani sono molto frequenti nei bambini. Colpa anche di mamma e papà, che spesso sottovalutano i pericoli. Parte una campagna per sensibilizzare su questo problema.

Bimbi, attenzione alle manine! © Photos.com Sanihelp.it - In Europa gli infortuni di bambini e ragazzi causano ogni anno 5 milioni di ricoveri e 70 milioni di visite al pronto soccorso. In tutto il mondo gli infortuni sono la prima causa di morte nei bambini sopra i 9 anni.

Gli incidenti più frequenti sono le cadute (40%), le ferite da taglio o punta (15%), gli urti o schiacciamenti (12%). A essere particolarmente colpite da questi eventi sono le braccia e le mani. Per questo la Sicm (Società italiana di chirurgia della mano) ha costituito un gruppo di studio e indetto la Campagna Mani Sicure, per la prevenzione degli infortuni della mano del bambino. La campagna sarà attiva per i prossimi tre anni, con la collaborazione del ministero della salute, del Miur e del ministero dell’interno.

I bambini sono più esposti al rischio di incidente perché sono caratterizzati da una spiccata curiosità, una minore percezione del rischio e una limitata abilità a reagire alle situazioni pericolose.

Il problema è che spesso il luogo in cui più di frequente avvengono gli incidenti, cioè la casa, viene sottovalutato. Il rischio aumenta quando vi sono inosservanze o inadempienze relative alle basilari norme di sicurezza. Molti incidenti nei bambini potrebbero essere evitati mediante l’adozione di comportamenti adeguati e accorgimenti da parte dei genitori.

La cucina, per esempio, è un luogo ad alto rischio: nei bimbi con meno di un anno, un terzo degli incidenti sono bruciature. Gli schiacciamenti da porte, soprattutto a livello della cerniera, sono altrettanto frequenti.
Secondo un’ indagine epidemiologica condotta negli USA, lesioni alle dita, mani e polsi si verificano comunemente anche durante lo sport o le attività ricreative. Un incidente su cinque ha per meccanismo la caduta, gli altri più frequenti sono i colpi e i tagli. Le lesioni possono comprendere contusioni, lesioni legamentose, tendinee, lussazioni, fratture e lesioni da schiacciamento, fino alla sindrome compartimentale.

Il rischio di infortunio alle mani o al polso è maggiore negli sport di contatto, come wrestling, calcio, e in quelli ad alta velocità, come la mountain bike, il pattinaggio in linea, sci, snowboard e skateboard. Sport che richiedono peso-cuscinetto sulle mani e le braccia, come la ginnastica, possono aumentare il rischio di lesioni, così come gli sport che utilizzano attrezzature come bastoni da sci, bastoni da hockey e racchette.

Gli esperti consigliano di vegliare sempre sui bambini, sia in casa che fuori. In cucina, attenzione ai manici delle pentole, alle tazze di caffè bollenti, ai prodotti tossici, ai vetri e ai coltelli. Nello sport e nel tempo libero, l’uso di protezione ai polsi (pattini) o dei guanti(sci) è auspicato.

In caso di incidente grave, bisogna comporre immediatamente il numero 118. Il pronto soccorso, una volta provveduto alla stabilizzazione e valutazione della lesione, provvederà a contattare il Centro di Riferimento per la Chirurgia della Mano e Microchirurgia territorialmente componente. In caso di trauma meno grave, come ferita semplice, choc e contusione della mano, è bene comunque non trascurare la situazione, ma consultare il prima possibile un medico.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
www.manisicure.eu

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti