Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Donne

Ma come nascono i bambini?

di
Pubblicato il: 30-07-2013

Rapporto non protetto significa possibilità di rimanere incinte: ma qualcuno lo dica alle giovani donne italiane, perché solo 4 su 10 se ne dimostrano consapevoli

Ma come nascono i bambini? © Photos.com Sanihelp.it - Giovani donne italiane rimandate a settembre in fatto di salute sessuale e riproduttiva. Lo dice un sondaggio online realizzato da Mettiche.it, il portale il portale promosso dalla Smic, la Società medica italiana per la contraccezione. L’indagine, condotta su quasi 3mila e 500 donne dai 14 anni in su, l'84% tra i 21 e i 25 anni, rivela uno scenario dei meno tranquillizzanti.

Solo una donna su 10 dimostra di conoscere nel dettaglio i principi dell’ovulazione: ben il 73% ritiene che i giorni fertili siano solo quelli dal quattordicesimo al quindicesimo giorno del ciclo, una finestra così esigua per cui ritengono di essere al sicuro da gravidanze indesiderate in gran parte dei casi di rapporti non protetti. Ma non è così: ogni rapporto non protetto espone alla possibilità di rimanere incinte, perché la finestra fertile di una donna è molto più ampia.

Si tratta di una «preoccupante mancanza di conoscenze basilari sulla riproduzione, nonostante la quasi totalità delle donne che hanno partecipato al sondaggio abbia un elevato livello di istruzione scolastica» commenta Emilio Arisi, presidente della Smic.Perdura poi il falso mito del coito interrotto, ossia l'interruzione del rapporto prima che avvenga l'orgasmo maschile e l'eiaculazione, cioè prima che lo sperma fuoriesca dal pene, quale strumento anticoncezionale: più della metà delle donne (56%) lo ritiene tale, sbagliando. Per essere efficace, infatti, l’uomo dovrebbe avere un perfetto autocontrollo durante il rapporto (cosa non sempre facile), senza contare che anche prima dell’eiaculazione lui ha delle perdite di liquido che può contenere spermatozoi

C’è però una nota positiva: «Abbiamo notato alcune evoluzioni positive a distanza di un anno dal precedente sondaggio che la nostra società aveva lanciato: le giovani donne sanno cosa è la contraccezione d'emergenza» continua Arisi. Infatti, 7 donne su 10, conoscono quelle forme di contraccezione di scorta comunemente note come la pillola del giorno dopo e quella dei cinque giorni dopo. Ma urge comunque un ripasso dei fondamentali sulla riproduzione!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Adnkronos

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:
Promozioni:

Commenti