Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Clamidia e gonorrea mettono a rischio la gravidanza

di
Pubblicato il: 09-09-2013
Sanihelp.it - Contrarre la clamidia o la gonorrea prima o durante la gravidanza mette a rischio la gravidanza stessa perché aumenta il rischio di parto prematuro o addirittura di morte del feto: è quanto sostiene uno studio condotto presso l’università del New South Wales in Australia e pubblicato sulla rivista Sexually Transmitted Infections.

Gli autori dello studio hanno analizzato i dati relativi a circa 350000 donne australiane, tutte donne che hanno avuto la loro prima gravidanza fra il 1999 e il 2008: del campione in esame l’1% ha contratto la clamidia in gravidanza, mentre l’81% delle donne hanno avuto la clamidia prima della gravidanza; lo 0,6% del campione ha avuto la gonorrea in gravidanza, mentre circa l’85% ha contratto la gonorrea prima della gravidanza.

La metà delle donne prima di aver avuto la gonorrea aveva avuto anche la clamidia.
Di tutto il campione analizzato il 4% delle donne ha sperimentato un parto prematuro non pianificato, il 12% ha messo al mondo neonati troppo piccoli per l’età gestazionale e lo 0,6% dei neonati sono nati morti.
Tenendo conto di altri fattori che possono complicare la gravidanza quali l’età materna, le sue condizioni socio-economiche, le sue condizioni di salute ovvero il vizio del fumo, la propensione al diabete o alla pressione alta è emerso che l’aver contratto in precedenza clamidia o gonorrea aiuta a predire se la gravidanza avrà o meno delle complicanze. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti