Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rughe: per le italiane è meglio prevenirle che trattarle

di
Pubblicato il: 30-09-2013
Sanihelp.it - Stop alle cure selvagge e ai rimedi miracolosi last-minute, per le italiane la parola d’ordine contro le rughe è prevenzione. A rivelare questo ritratto inedito delle italiane allo specchio è una ricerca realizzata da Johnson&Johnson con Astraricerche e presentata nell’ambito del 52° Congresso Nazionale ADOI (Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani).
 
L’83% delle italiane intervistate ammette di avere le rughe. Per il 23,7% del campione la prima ruga compare tra i 30 e i 35 anni. Quasi 4 donne su 10 scoprono la loro prima ruga intorno agli occhi, mentre per il 35,7% le prime rughe compaiono sulla fronte. Occhi (46,6%), bocca – rughe tipo codice a barre - (42,4%) e collo (38,9%) sono per le italiane i punti dove le rughe sono associate all’invecchiamento. Solo il 14% delle donne associa l’invecchiamento alle rughe sulla fronte.
 
Il 33,6% reagisce in modo negativo alle rughe, ma il 27,2% ha espresso un favore positivo verso i segni del tempo. A fronte di un 28,5% rassegnato e di un 25,2% triste e incupito, quasi 3 italiane su 10 vivono le rughe con un senso di esperienza e maturità e godono di ogni età della vita. Non mancano però sentimenti negativi come ansia e preoccupazione, o rifiuto e rigetto.

Il 60,1% delle intervistate ha dichiarato di accettare le rughe, pur cercando di rimandarle e ridurle. Per il 25,2% le rughe sono la normale manifestazione del passare del tempo con cui convivere serenamente, mentre l’8,6% vuole assolutamente eliminarle e le combatte con tutti i mezzi possibili.
 
Il 29,8% delle intervistate ha cominciato a prestare attenzione alla propria pelle tra i 20 e i 29  anni, mentre il 28,8% comincia ad affrontare le rughe tra i 30 e i 35 anni.  Tra gli accorgimenti, il 60,5% del campione ha dichiarato di prestare attenzione all’esposizione al sole, il 60,4% utilizza una crema idratante, il 45,4% cura molto l’alimentazione e il 34,6% utilizza una crema antirughe specifica.

Solo il 13,1% ha dichiarato di prevenire le rughe con trattamenti dall’estetista. Il 26,2% del campione si affida alla crema e il 26,8% si rivela a favore dell’uso combinato di tutti i rimedi disponibili, anche se ritiene che dopo filler o botulino si deve mantenere il risultato con una crema, mentre il 19,2% ritiene che solo l’intervento del chirurgo possa essere risolutivo.

Le creme antirughe funzionano? Le italiane si dividono tra il 56,6% che ritiene che non ci sia nulla di veramente efficace contro le rughe, il 58,9% che ritiene che le creme sono efficaci solo se utilizzate non appena le rughe compaiono e il 56% che ritiene che le creme funzionino, ma che i risultati non sono immediati. Tra gli ingredienti più conosciuti e ritenuti più efficaci ci sono l’acido ialuronico e il retinolo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ricerca Le donne italiane e le rughe realizzata da Johnson&Johnson con Astraricerche e presentata in occasione del Simposio Rughe: arte e innovazione nell'ambito del 52° Congresso Nazionale ADOI (Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti