Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Contrastare l'invecchiamento con uno stile di vita sano

di
Pubblicato il: 01-10-2013
Sanihelp.it - I telomeri sono piccole porzioni di DNA collocate alle estremità di ogni cromosoma con lo scopo di proteggere il patrimonio genetico impedendo lo sfibramento dei filamenti di DNA.

La parte terminale del DNA infatti è molto instabile, soggetta com’è a degradazione e a ricombinazioni (cioè a modifiche dell’organizzazione del DNA in occasione di riparazioni o per la suddivisione del materiale genetico nel corso dei naturali processi di divisione cellulare) decisamente più frequenti rispetto a quante ne avvengano nel resto della molecola.

In particolare, i telomeri si occupano di preservare l’informazione genetica durante la duplicazione dei cromosomi: il DNA polimerasi, l’enzima che si occupa della duplicazione dei filamenti di DNA, non è infatti in grado di replicare il cromosoma fino alla fine della sua terminazione, quindi senza l’intervento dei telomeri, parte dell’informazione genetica contenuta nel cromosoma andrebbe persa a seguito di ogni replicazione.

Il progressivo accorciamento dei telomeri al termine di ogni ciclo replicativo è associato all'invecchiamento cellulare: quando una cellula si è divisa un certo numero di volte, i telomeri diventano così corti che promuovono la stato di non divisione; l’accumularsi di cellule senescenti può quindi compromettere il rinnovo del tessuto e la sua riparazione, causando l’invecchiamento dell’organismo.

Uno studio effettuato da un gruppo di ricercatori dell’Università della California, ha quindi cercato di indagare più a fondo quanto lo stile di vita influenzi l’attività dei telomeri umani e conseguentemente quanto contribuisca nel ritardare il processo di invecchiamento.

Lo studio ha coinvolto dieci uomini (un campione esiguo, essendo questo uno studio pilota) che sono stati sottoposti ad un programma finalizzato all’adozione di uno stile di vita sano e controllato. In particolare il programma ha previsto:

- un regime alimentare equilibrato, basato su una dieta ricca di proteine ​vegetali , frutta, verdura , cereali integrali e povera di grassi e carboidrati raffinati;

- esercizio aerobico moderato per 30 minuti al giorno, sei giorni alla settimana;

- attività di gestione dello stress;

- sessioni settimanali di terapie di gruppo che permettano la relazione e il confronto con gli altri.

A distanza di cinque anni, è stato prelevato a ciascuno dei partecipanti un campione di sangue che ha permesso di analizzare e confrontare la lunghezza dei telomeri rispetto al campione prelevato all’inizio dell’osservazione.
 
I risultati, pubblicati sulla rivista scientifica The Lancet, hanno dimostrato che l'adesione a uno stile di vita sano è significativamente associabile ad un aumentata lunghezza dei telomeri e ad un conseguente ritardo del processo di senescenza.
 
Se da una parte l'invecchiamento rimane un processo incredibilmente complesso e dinamico in cui l’accorciamento dei telomeri è solo uno dei molti fattori coinvolti, dall’altra questo studio dimostra ancora una volta quanto uno stile di vita sano possa fare la differenza nella qualità (e nella quantità) di vita.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
The Lancet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti