Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dall'olio di monoi a quello di mandorla

Oli per capelli, elisir di bellezza multiuso

di
Pubblicato il: 08-10-2013

Curano i capelli, ma al contempo li rendono più belli. Sono adatti a tutti, perfetti in ogni momento dell'anno, delicati e rispettosi della cute. Ecco perché hanno tanto successo.

Oli per capelli, elisir di bellezza multiuso © Photos.com

Sanihelp.it - Oggi l’olio è la texture per i capelli più amata dalle donne. E anche chi ancora non lo utilizza, dichiara di ricercare benefici tipici dell’olio, come controllo del crespo, capelli lisci, effetto seta, ma leggeri.

Gli oli per capelli vengono utilizzati per ammorbidire, proteggere e donare lucentezza ai capelli, in un solo gesto. Piacciono anche perché a base prevalentemente di ingredienti naturali, garanzia di delicatezza e rispetto della cute e dei capelli.

Terzo vantaggio: la multifunzionalità. Hanno diverse potenzialità d’uso e questo non può che essere un vantaggio per le donne multitasking e sempre di corsa. Inoltre sono adatti a tutti i tipi di capelli e alle diverse stagioni. Purché si scelga quello giusto. Oggi, infatti, ciascuna chioma può contare su oli specifici, da utilizzare singolarmente o in combinazione. Ecco i più usati in cosmetica.

- Olio di monoi: è l’olio estratto dal fiore di tiaré. Dona ai capelli l’aspetto elastico e setoso, tipico delle donne polinesiane, grazie all’acido linoleico che liscia la fibra capillare. Ideale per capelli spessi, per un effetto morbidezza e anti-crespo.

- Olio di moringa. Fin dall’antico Egitto, è conosciuto come l’olio dei miracoli. Ricco di antiossidanti, rivitalizza senza appesantire, conferisce protezione e brillantezza a tutti i tipi di capelli.

- Olio di tamanu: perfetto per i per capelli fini, ai quali dà forza e leggerezza. È estratto dall’albero originario dell’Asia tropicale, protegge da sole, umidità e vento. Ricco di omega 3, che fortifica i capelli e protegge dalle rotture.  

- Olio di argan. Il più raro tra gli oli vegetali, estratto dai noccioli dei fiori dell’argania, è conosciuto per le sue proprietà nutritive, rigeneranti e ristrutturanti. Ricco di vitamina E, è l’antiossidante per eccellenza,  indispensabile per proteggere la struttura dei capelli. Compensa in profondità la disidratazione dello stelo, donando elasticità e lucentezza.

- Olio di mandorla: ricavato da una specie arborea originaria del Medio Oriente e delle regioni meridionali dell’Asia, è un olio delicato e leggero dall’elevato potere idratante. È utilizzato per il suo effetto elasticizzante ed emolliente.

- Olio di jojoba: cera liquida prodotta nei semi della pianta di jojoba, ha proprietà curative ed emollienti ed è consigliato per i capelli fragili, sottili e con le punte secche.

- Olio di macassar. Utilizzato da sempre dalle popolazioni dell’arcipelago delle Molucche (Indonesia) nell’Oceano Pacifico, era un elisir di bellezza di prestigio durante l’epoca vittoriana. È ricco di acido oleico e linoleico: nutre in profondità i capelli fragili e sfibrati, mantenendoli sani e visibilmente rivitalizzati.

Gli utilizzi:
- come impacco, lasciato in posa 10 minuti prima di lavare i capelli
- dopo la piega, per dare più brillantezza: applicare una o due pressioni sui capelli asciutti e non risciacquare  
- per ottenere la piega desiderata: poche gocce sui capelli umidi, prima di procedere con l’asciugatura
- dopo lo shampoo, vaporizzato sulle lunghezze dei capelli tamponati, con attenzione alle punte, li protegge dal calore del phon e tiene alla larga il crespo quando si sceglie di lasciarli asciugare all’aria aperta
- come trattamento intensivo: lasciare in posa tutta la notte, al mattino risciacquare e fare lo shampoo.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Cartelle stampa prodotti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Iscriviti alla newsletter di Beauty Tips
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti