Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Medicina estetica: Italia terza nella classifica europea

di
Pubblicato il: 16-10-2013
Sanihelp.it - Una ricerca commissionata da Galderma e condotta su 12.200 donne tra i 30 e i 60 anni, in 6 Paesi europei, tra cui l'Italia, ha indagato i comportamenti degli utilizzatori di medicina estetica, con un focus particolare su tutti i trattamenti estetici del viso.

In Europa chi dichiara di non essere per nulla interessato a trattamenti medico estetici rappresenta il 78,4%. Percentuale che in Italia scende al 70,7 %. Dei restanti, il 7,5%, pur mostrando apertura e curiosità, non si informa e non si attiva per provarli, mentre il 6,5% (9,1% in Italia), pur non avendone mai provato uno, è aggiornatissimo su tutti i trattamenti estetici e cerca costantemente informazioni sulle novità.

Il 7,6 % pratica la medicina estetica e ha provato o effettua regolarmente i trattamenti. Sono polacche le donne più vanitose d’Europa, mentre le francesi, insieme alle tedesche, sembrano non mostrare eccessivo interesse verso la prevenzione e la cura dell’invecchiamento e vanno pochissimo dal medico estetico.

In Europa, tra coloro che frequentano regolarmente gli studi medici, il 67% ha un’età media di 42 anni e appartiene a una classe sociale medio-alta. Il 39% si è sottoposto a cicli di trattamenti di diverso tipo, soprattutto peeling chimici (46%) o meccanici (35%).

Il 24% ha provato filler, tossina botulinica o in generale trattamenti iniettivi sul viso e il 22% effettua trattamenti di skin resurfacingIl grado di soddisfazione è altissimo: ben il 96% delle intervistate è compiaciuto del risultato, l’83% lo ripete, l’86% intende continuare nelle cure estetiche, provando trattamenti diversi da quelli che già ha testato.

Lo specialista che viene scelto, soprattutto in caso di trattamenti iniettivi, è, in buona percentuale, il medico estetico (43%), seguito dal dermatologo (23%) e dal chirurgo plastico (21%).

Cosa blocca il 35% delle donne? Per quasi la metà, è la paura del dolore o delle possibili controindicazioni, per il 38% è la difficoltà incontrata nel reperire informazioni attendibili. E a proposito delle fonti di informazioni più usate: è Internet a farla da padrone, col 66% di donne che cercano sul web informazioni e dettagli sui trattamenti estetici del viso, e scelgono gli specialisti contattandoli via web nel 41% dei casi.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Galderma

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti