Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Meccanismo dell'iperfagia negli obesi

di
Pubblicato il: 30-10-2013
Sanihelp.it - Secondo uno studio recentemente condotto presso l’università di Rouen in alcune persone obese, gli sforzi per ridurre l’introito alimentare sono del tutto inutili a causa di un errato meccanismo biologico.

In alcuni soggetti obesi, seppure fortemente determinati a calare di peso, non si riesce a notare un’adeguata riduzione nell’introduzione di cibo, non a causa di elevati livelli circolanti di grelina, l’ormone comunemente coinvolto nella stimolazione dell’appetito, che in questi soggetti si attesta su valori di normalità o addirittura al di sotto della norma, ma a causa di un forte ritardo nella sua degradazione.

Gli autori della ricerca hanno verificato su un modello animale che la grelina può legarsi a speciali immunoglobuline che evidenziano un’elevatissima affinità per la grelina, la legano e ne impediscono la degradazione, ma ne permettono una lunga permanenza a livello cerebrale dove può stimolare i centri dell’appettito oltre il normale.
Per impedire l’iperfagia nei  soggetti che evidenziano tale meccanismo è necessario trovare un modo per impedire il forte legame fra le immunoglobuline e la grelina. 
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti