Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Diversi gli studi scientifici

Inverno: curarsi alle terme

di
Pubblicato il: 12-11-2013

Arrivano i primi freddi e anche i classici malanni di stagione. Un aiuto arriva anche dalle acque termali.

Inverno: curarsi alle terme © Photos.com Sanihelp.it - L’arrivo della stagione fredda porta con sé i tipici disturbi da raffreddamento: otiti, sinusiti, faringiti, tonsilliti e bronchiti, sono tra le patologie più diffuse e recidivanti nei mesi invernali. Le cure termali possono fare la differenza nella gestione di molte di queste malattie, da quelle respiratorie e da raffreddamento alle allergie e riniti allergiche. Le cure termali consentono infatti di ridurre l’intensità dei sintomi e le ricadute. A dimostrarlo alcuni studi, di recentissima pubblicazione sono quelli che dimostrano che le irrigazioni nasali con acque termali sono raccomandate come trattamento aggiuntivo alla terapia farmacologica in caso di sinusiti e raffreddori. Inoltre, uno studio condotto dal Dipartimento di Allergologia dell’Università Federico II di Napoli ha dimostrato come i bambini sottoposti a un ciclo di lavaggi termali nasali in estate, abbiano minori sintomi da raffreddore allergico durante l’inverno. 

Aerosol, irrigazioni nasali, nebulizzazioni sono solo alcuni degli strumenti che permettono ai vari tipi di acqua termale di raggiungere anche le strutture più profonde dell’apparato respiratorio. Un ciclo di terapia termale è in grado di decongestionare le mucose delle vie aeree e di renderle meno aggredibili da virus e batteri, grazie anche a un benefico effetto di stimolazione delle difese del sistema immunitario. Ogni cittadino, bambini compresi, ha diritto a un ciclo di cure termali all’anno, con oneri a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Basta andare dal medico di famiglia, che, se lo riterrà opportuno potrà effettuare la prescrizione.

«Gli studi disponibili dimostrano come la medicina termale si stia conquistando e meriti sempre più lo status di pratica medica moderna e scientificamente provata. Ma c’è ancora della strada da fare e il nostro obiettivo è proprio quello di proseguire questo cammino dotando la medicina termale di una base scientifica sempre più solida. Senza sottovalutare il ruolo della comunicazione e l’importanza della condivisione delle conoscenze», spiega Filippo Fernè, Presidente della Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale – FoRST.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Comunicato stampa FoRST - fondazioneforst.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti