Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Curarsi con i prodotti delle api

L'apiterapia per le affezioni intestinali

di
Pubblicato il: 26-11-2013

I prodotti dell'alveare possono essere preziosi da soli o in associazione a medicamenti chimici, in caso di diverse affezioni a carico dell'apparato digerente.

L'apiterapia per le affezioni intestinali © Photos.com Sanihelp.it - Il termine apiterapia designa il trattamento delle malattie con prodotti raccolti, trasformati e secreti dalle api. Si tratta di una medicina complementare e si integra bene con la medicina ufficiale, anche detta allopatica o chimica. L'apiterapia può essere di aiuto anche nel caso di affezioni intestinali.

Il miele per esempio è indicato nei disturbi dell'assimilazione o nei casi di insufficienza digestiva, in particolare enzimatica. Nei casi di stipsi il miele si rivela molto utile: il suo leggero potere lassativo dipende dalla concentrazione di fruttosio; questo zucchero, per un'azione osmotica, provoca nell'intestino un richiamo di acqua nel lume intestinale che facilita l'evacuazione.

Il polline, grazie al suo amido e alle fibre vegetali contenute nella parete esterna del granulo, è particolarmente efficace. Alcuni ricercatori americani hanno dimostrato, in uno studio pubblicato su Natural Healing and Nutrition, le sue proprietà interessanti per il transito intestinale. Il polline è indicato nel trattamento delle enterocoliti, dei gonfiori addominali, delle diverticoliti e di varie forme di colite.

La propoli ha effetti antisettici contro alcune parassitosi, come la tenia. Mediante applicazione locale poi accelera la cicatrizzazione, in caso di fistole rettali, rettocolite emorragica o emorroidi.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Curarsi con tutti i prodotti delle api, Edizioni Red

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti