Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Diamo un taglio alle porzioni

di
Pubblicato il: 26-10-2004

Una recente ricerca svolta negli Stati Uniti ha dimostrato che per perdere peso la strategia più efficace è ridurre le porzioni. Ma senza dimenticare il resto...

Sanihelp.it - I risultati di una nuova ricerca indicano che limitare le porzioni è il modo più rapido di perdere peso.
L’autore dello studio, il dottor Everett Logue della Summa Health System di Akron, Ohio, ha spiegato che la sua ricerca suggerisce che «la via più diretta al raggiungimento di una perdita di peso è quella di limitare costantemente le porzioni degli alimenti».

«Non sto dicendo che non sia importante l’esercizio fisico», ha sottolineato Logue, «ma se l’obbiettivo è quello di ridurre le calorie è più facile evitare quel dolcetto che correre per sei chilometri».

Lo studio ha valutato 329 pazienti di età compresa tra 40 e 69 anni obesi o in sovrappeso, utilizzando un modello basato sul presupposto che i cambiamenti di comportamento coincidano con cinque stadi: pre-considerazione, considerazione, preparazione, azione e mantenimento.
I partecipanti allo studio sono stati suddivisi in categorie per stadio tenendo conto di cinque obbiettivi di comportamento: controllo delle porzioni, diminuzione dei grassi alimentari, aumento del consumo di frutta e verdura, aumento di ginnastica programmata e aumento di attività fisica. 

Tutte le modificazioni dei cinque comportamenti hanno indotto una perdita di peso nei partecipanti, ma i migliori risultati si sono ottenuti con la diminuzione delle porzioni.
Infatti i soggetti rientranti nello stadio dell’azione e del mantenimento dei cambiamenti comportamentali per il controllo delle porzioni hanno perso circa il 38% del proprio peso iniziale.

I partecipanti allo studio che avevano invece aumentato o mantenuto il consumo di frutta e verdura hanno perso circa il 29% del peso iniziale, mentre quelli che avevano limitato significativamente il consumo di grassi alimentari ne hanno perso il 35,5%.

Sempre secondo i dati della ricerca, per i soggetti che hanno svolto una ginnastica programmata durante tutto il periodo dello studio, la perdita di peso è stata del 27%, salita al 31% per chi ha aumentato costantemente il proprio abituale livello di attività fisica.

Diversi studi sottolineano l’importanza dell’attività fisica per la gestione del peso, ma secondo Logue «è forse più facile perdere peso attraverso il controllo delle porzioni», e data la composizione della popolazione dello studio, ovvero persone sovrappeso e obese, sarebbe stato «duro per loro iniziare un programma di ginnastica».

Ciò nondimeno per Logue «tutti i comportamenti sono importanti: per perdere peso bisogna ridurre l’apporto di calorie o aumentarne il consumo, ma questo va fatto costantemente, giorno dopo giorno».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti