Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Via cellulite, rughe e occhiaie con l'anidride carbonica

di
Pubblicato il: 02-12-2013
Sanihelp.it - Un gas naturale capace di rigenerare i tessuti. L'anidride carbonica, che il nostro organismo produce normalmente, è un importante elemento per combattere la cellulite e alcuni inestetismi. «È un potente vasodilatatore capace di attivare il microcircolo in alcune particolari zone del corpo e sul viso: particolarmente indicato per combattere la buccia d'arancia, ma anche utile per ringiovanire i tessuti e attenuare le occhiaie», spiega Patrizia Gilardino, chirurgo estetico di Milano, socio Aicpe e Sicpre. 

Già conosciuti ai tempi dei Romani, che la utilizzavano attraverso alcuni trattamenti termali, gli effetti benefici della Co2 sono utilizzati oggi per una miglior definizione della silhouette. «La carbossiterapia è uno strumento efficace, da tempo testato e senza effetti collaterali, che dà ottimi risultati in diversi trattamenti, in particolar modo per combattere la cellulite e la pelle a buccia d'arancia - afferma Gilardino -. Adesso ci sono delle novità importanti in questa tecnica: grazie a nuovi macchinari medicali, gli effetti collaterali sono scomparsi».

L'efficacia del trattamento dipende dallo strumento che viene utilizzato per veicolare l'anidride carbonica: «Se fino a qualche tempo fa questo tipo di trattamento poteva comportare un minimo di dolore da parte della donna, adesso il fastidio è stato ridotto al minimo - spiega la chirurga milanese -. Si utilizzano infatti dei microaghi, piccoli come un capello, che hanno fatto diventare la carbossiterapia una delle soluzioni più efficaci per il trattamento della cellulite».

Inoltre, prosegue la specialista, «potendone variare dose, volume, velocità e profondità di iniezione, oggi è possibile parlare di una tecnica non invasiva con un vasto campo di applicazione capace di rimodellare la silhouette del corpo, ma anche intervenire in alcune zone delicate come quella degli occhi per ridurre l'effetto nero delle occhiaie e nel ringiovanimento di aree importanti come il viso e il decolleté». 

Il principio di azione è semplice: la carbossiterapia stimola la riossigenazione dei tessuti, migliorando il microcircolo nella specifica area del corpo trattata. «Numerosi studi e ricerche cliniche hanno verificato infatti che l'anidride carbonica ha degli effetti benefici sulla microcircolazione, sul tessuto adiposo e sulla pelle. Non solamente è in grado di riaprire i capillari chiusi e aumentare la percentuale di ossigeno nei tessuti, migliorando l'elasticità cutanea e quindi il ringiovanimento della pelle, ma anche riduce gli accumuli di grasso», afferma la specialista. 

Il trattamento è semplice e veloce, ma è necessaria un po' di costanza. «A seconda dell'area da trattare e della profondità del problema da risolvere, si parte con un ciclo di trattamenti che varia dalle 6 alle 10 sedute, ciascuna con una durata di circa un quarto d'ora. Si consiglia di non sottoporsi a questo trattamento non più di una volta alla settimana». Il costo di una seduta parte dai 50,00 euro.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Aicpe

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Iscriviti alla newsletter di Beauty Tips
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti