Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Vitamina B12 e farmaci per il reflusso

di
Pubblicato il: 11-12-2013
Sanihelp.it - Il reflusso gastro esofageo o l'eccessiva acidità dello stomaco sono condizioni estremamente comuni che spesso vengono risolte con prescrizione di farmaci antiacidi o della classe degli inibitori di pompa protonica come l'esomeprazolo, il pantoprazolo o il lansoprazolo o tramite la somministrazione di farmaci che agiscono sui recettori istaminici collocati a livello dello stomaco come la ranitidina.

Secondo uno studio condotto presso il  Kaiser Permanente's division of research in Oakland e pubblicato sulla rivista Journal of the American Medical Association le persone che assumono per molti anni questi farmaci al dosaggio più alto evidenziano un rischio elevato di sviluppare una carenza di vitamina B12: secondo lo studio l'assunzione degli inibitori della pompa protonica al massimo dosaggio per più di due anni comporta un aumento del rischio di carenza di vitamina B12 del 65%, mentre l'utilizzo di ranitidina al massimo dosaggio per più di due anni può aumentare il rischio di tale carenza vitaminica del 25%.

La vitamina B12 è una vitamina largamente presente negli alimenti, quindi una dieta bilanciata ne dovrebbe garantire un apporto adeguato: i medici, però, dovrebbero cercare di ottimizzare il dosaggio dei farmaci antiacidi e periodicamente dosare la vitamina B12, dare informazioni di corretta alimentazione e prescrivere, se necessario, integratori di vitamina B12 soprattutto se il paziente lamenta dolorabilità, problemi di memoria o equilibrio. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti