Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Qual è il mix giusto del dopo-feste?

di
Pubblicato il: 14-01-2014

Cos'hanno in comune spinaci, radicchio, mele e kiwi? Sono il mix ottimale per tentare di arginare i 2-3 Kg in più che le feste di Natale hanno lasciato in eredità agli italiani.

Qual è il mix giusto del dopo-feste? © Photos.com Sanihelp.it - Gli italiani in questo inizio di 2014 non devono fare i conti solo con tasse vecchie e nuove, ma devono fronteggiare anche un computo calorico veramente complesso.
Secondo i dati della coldiretti gli italiani in questi primi giorni del 2014 devono smaltire quasi 100 milioni di kg fra pandori e panettoni, ventimila tonnellate di pasta, 6,5 milioni di Kg ripartiti fra cotechini, zamponi, frutta secca, pane, salumi, formaggi e dolci vari e ottanta milioni di bottiglie di spumante.

Le stime della Coldiretti sono state fatte tenendo conto solo dei cenoni della vigilia di Natale e Capodanno e il pranzo di Natale; nel computo dunque non sono stati noverati i pranzi e le cene con colleghi, parenti e amici vari… Vista l’enormità dell’apporto calorico non stupisce che mediamente, ogni italiano si ritrova in questo 2014 a dover smaltire 2-3 kg.
Oltre all’attività fisica, imprescindibile per smaltire i kg in più, è necessario curare con molta attenzione l’alimentazione, per non continuare ad affaticare il fegato, tornare in forma e non indebolire il sistema immunitario che ha bisogno di essere al massimo della sua efficienza per fronteggiare i virus influenzali.
L’organismo va disintossicato per questo non c’è niente di meglio che privilegiare spinaci, cicoria, radicchio, zucche, zucchine, insalata, finocchi, carote: tutte le verdure vanno condite con olio extra vergine di oliva, ricchissimo di antiossidanti che contribuiscono a purificare l’organismo.

Via libera agli agrumi e al succo di limone per i condimenti che aiuta anche ad arginare l’acidità gastrica.
Ancora una volta non si può che dar ragione alla saggezza popolare:  una mela al giorno leva il medico di torno; le mele, infatti, saziano, hanno un apporto calorico ridotto e poiché contengono più potassio che sodio concorrono a regolare la colesterolemia.
Per rimettere in moto il metabolismo impigrito, infine, via libera a pere e kiwi che essendo molto ricche di fibre aiutano a regolare la funzionalità gastrointestinale e contrastano la stipsi.
Contro i rigori dell’inverno, infine, non c’è niente di meglio che una bella zuppa di legumi: i legumi, infatti, sono ricchi di fibre e ferro e contengono carboidrati che si assorbono lentamente e che perciò aiutano l’organismo a non disperdere facilmente calore. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti