Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nocicettina per combattere lo stress

di
Pubblicato il: 13-01-2014
Sanihelp.it - Tra i mali tipici del nuovo millennio, lo stress merita una menzione d'onore per quanto sia riuscito a diventare un vocabolo tanto fastidioso quanto quotidiano, sempre più indipendente dalla personalità dell'individuo, e sempre più legato al frenetico, competitivo stile di vita tipico del mondo industrializzato. La tensione, il nervosismo che sprigiona questa condizione investe infatti tutti: in determinati periodi dell'anno, a seconda dei condizionamenti cui siamo soggetti, l'ansia agisce sulla nostra esistenza, comportando effetti collaterali più o meno gravi a seconda del grado di somatizzazione.

I rimedi per alleviare i sintomi da stress sono tra i più disparati: da una terapia farmacologica a base di ansiolitici a tecniche di controllo della respirazione, passando per i rimedi omeopatici e naturali. Integratori a base di griffonia, melissa, biancospino, iperico, passiflora e valeriana sono tra i più venduti in erboristeria: per non parlare dei fiori di Bach, il cui effetto è tutt'ora ritenuto simile a quello del placebo dalla comunità scientifica ma che hanno visto aumentare sensibilmente consumo e popolarità mano a mano che gli stati d'ansia diventavano via via sempre più comuni.

Oggi invece sembra che il rimedio più efficace per combattere lo stress venga proprio prodotto dall'essere umano, in maniera particolare dal suo cervello. Secondo uno studio internazionale congiunto, pubblicato sulla rivista specializzata Journal of Neuroscience e condotto dai ricercatori californiani del The Scripps Research Institute, in collaborazione con il National Institute of Health e l'italiana Università di Camerino, la terapia più naturale contro questa patologia è rappresentata dalla nocicettina, neurotrasmettitore della famiglia degli oppioidi. Gli scienziati hanno infatti scoperto una proporzionalità diretta tra l'aumento dello stress nelle cavie da laboratorio studiate e la produzione di nocicettina e recettore Nop, il recettore a cui la nocicettina si lega, notando un effetto antagonista nei riguardi appunto degli stati d'ansia. È stato così dimostrato che iniettando questo neurotrasmettitore direttamente sull'amigdala dei ratti, la parte di cervello cioè che controlla le emozioni, i comportamenti ansiosi venivano notevolmente ridimensionati.

Questa scoperta pone un accento importante sul sistema nocicettina e gli effetti cellulari da stress acuto. Il prossimo passo sarà riuscire a comprendere quanto lo stress, se prolungato nel tempo, possa indurre dei cambiamenti nell'amigdala e incidere sulla produzione di nocicettina nel cervello con effetti deleteri.  


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
The Scripps Research Institute, National Institute of Health, UniversitÓ di Camerino

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti