Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Aumento del seno: a ciascuno la sua taglia ideale

di
Pubblicato il: 10-02-2014
Sanihelp.it - La quarta non è per tutte. A stabilire quale sia la taglia giusta per il proprio seno, considerando le proporzioni del corpo, ci pensa un protocollo che tiene in considerazione diversi fattori per stabilire quale sia la protesi più giusta. È uno degli argomenti di cui si è parlato a Padova in un incontro organizzato e patrocinato dall'Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe). 

«Il concetto di armonia del corpo e delle proporzioni è alla base del lavoro di un buon chirurgo, che deve rifiutare le proposte esagerate o le aspettative irrealistiche - afferma Alessandro Casadei, direttore del corso e membro del direttivo di Aicpe-. Il primo passo da fare non è scegliere la protesi, ma prendere le misure per verificare quale sono le più adatte per il corpo della donna.

Questo è possibile grazie a un algoritmo che si ottiene misurando altezza, peso, torace (circonferenza e distanza tra due ascelle), distanza del capezzolo da giugulo o clavicola e verificando con un calibro lo spessore del tessuto mammario, per analizzare che sia sufficiente per nascondere le protesi.

Il chirurgo spiega poi quali sono le tecniche possibili per inserire la protesi, le cicatrici che ne derivano e insieme si sceglie la soluzione più adatta. Per le donne che hanno poco tessuto, è possibile scegliere protesi di dimensioni più piccole accompagnate da un innesto di tessuto adiposo, prelevato da altre parti del corpo, e da inserire nello stesso intervento, in modo da nascondere la protesi». 

L'aumento del seno resta uno degli interventi più desiderati dalle donne e determinante è la scelta del chirurgo: deve essere preparato e aggiornato, in grado di proporre la soluzione giusta, che è diversa in ciascuno dei casi che si trova davanti. 

Il chirurgo deve spiegare alla donna a cosa va incontro, informarla sulle tecniche esistenti, rischi e complicanze, e indicare le alternative. Deve conoscere le diverse metodiche operative ed essere in grado di porre le indicazioni al loro utilizzo in relazione al tipo di deformità da correggere, conoscere le diverse tipologie di impianti reperibili sul mercato con vantaggi e svantaggi, implementare la qualità dei risultati ottenibili e conoscere le attenzioni da prestare per minimizzare le complicanze e i metodi per risolverle.

Tutte le indicazioni sono contenute nelle linee guida di Aicpe, un vademecum consultabile sul sito www.aicpe.org.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Aicpe

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
1.31 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Iscriviti alla newsletter di Beauty Tips
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti