Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cosa mi ritocco? Un terzo delle donne ha le idee chiare

di
Pubblicato il: 10-03-2014
Cosa mi ritocco? Un terzo delle donne ha le idee chiare © Photos.com Sanihelp.it - Nei confronti della medicina estetica, le donne hanno un comportamento da consumatore. Pragmatiche ed esigenti, scelgono un trattamento estetico come farebbero con un bene di largo consumo. 

Prima di decidere il 40% di loro contatta più centri medici per confrontare i prezzi (50%), i servizi proposti (50%) e i tipi di trattamento (41%) e per ottenere il massimo delle informazioni (49%). Cercano opinioni e dettagli sui trattamenti utilizzando internet nel 66% dei casi. Anche la ricerca del medico avviene prevalentemente sul web (41%), ma anche sui media tradizionali (23%), su consiglio di altri professionisti (27%) o con il passaparola (17%).

Sono alcuni dei risultati di una ricerca condotta da Galderma su più di 12.000 donne in 6 Paesi europei. Se il 63% delle intervistate si sottopone al tipo di trattamento consigliato dal medico, ben il 33% arriva all’appuntamento con le idee chiare e chiede un trattamento specifico (nel 22% dei casi col parere positivo dello specialista).

Circa l’11%, dopo un appuntamento col medico, ha rinunciato. Quasi la metà (il 43%) per la paura che i risultati non soddisfino le aspettative, il 36% perché ha bisogno di maggiori informazioni, il 23% per la paura del dolore o di risultato poco naturali.

Si dichiara soddisfatto il 96% delle intervistate e completamente soddisfatto il 40%. Le consumatrici della medicina estetica sembrano anche essere più fedeli al trattamento che non al medico che lo pratica: il 57% prova un unico tipo di trattamento, solo il 41% ne sperimenta più di uno.

Solo il 43% afferma con certezza che continuerà i trattamenti con lo stesso medico, soddisfatta non solo dei risultati, ma anche dell’attenzione prestata ai suoi bisogni e al servizio offerto dallo studio medico. Una donna su due cambia centro dopo il primo trattamento.

La ricerca evidenzia inoltre come un touch up post-trattamento, nonostante sia considerato molto importante nel 71% dei casi, venga praticato solo dal 38% delle donne. Un po’ per mancanza di tempo (30%), ma soprattutto perché il medico non lo suggerisce!

Nasce da questi presupposti il nuovo approccio che Galderma propone alle donne e agli specialisti. Messo a punto insieme a un selezionato board di esperti, psicologi e medici, si chiama Harmony Approach ed è un sistema che, coinvolgendo le donne nella diagnosi, nelle varie possibilità di intervento e nella pianificazione della loro bellezza, aiuterà il medico a gestire in modo personalizzato le richieste delle donne.

Quattro gli step previsti dal progetto: anamnesi (la donna spiega al medico cosa vorrebbe), accordo medico-donna sul trattamento che si intende svolgere, trattamento vero e proprio e infine follow up. Presentato all'ultimo congresso della Sies (Società italiana di medicina e chirurgia estetica), il progetto prevede la distribuzione di materiale informativo ai medici e alle donne. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Galderma

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
1.24 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti