Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Meno carne e più uova: si torna alla dieta anni '80

di
Pubblicato il: 19-03-2014
Meno carne e più uova: si torna alla dieta anni '80 © Thinstock Sanihelp.it - L’effetto più eclatante della riduzione del potere di acquisto degli italiani è il taglio nei consumi alimentari che sono tornati indietro di oltre 30 anni, sui livelli minimi del 1981. Ma a cambiare è stata anche la composizione della spesa, per effetto della crisi.

È quanto emerge da un'analisi della Coldiretti. La spesa alimentare è la seconda voce del bilancio familiare dopo la casa, con i consumi per abitante in alimentari e bevande a valori concatenati che continuano a diminuire nel 2014, dopo che lo scorso anno sono scesi ad appena 1683 euro all’anno.
 
Nel 2013 si è verificato il crollo storico della spesa, rispetto all’anno precedente, che non è mai stato così pesante con le famiglie italiane che hanno tagliato dal pesce fresco (-20%) alla pasta (-9%), dal latte (-8%) all’olio di oliva extravergine (- 6%) dall’ortofrutta (- 3%) alla carne (-2%), mentre aumentano solo le uova (+2%).
 
L’andamento della spesa riflette la tendenza a privilegiare l’acquisto di materie prime di base come farina, miele, preparati per dolci, in netta controtendenza rispetto al calo complessivo degli acquisti alimentari stimato pari al 4%. Cambia dunque il carrello della spesa degli italiani dove trovano più spazio le materie prime per la preparazione dei cibi, a scapito di cibi pronti come le merendine in calo del 3% o dei gelati che crollano del 7%. 
 
Oltre a un ritorno del fai-da-te casalingo che non si registrava dal dopoguerra, si è assistito anche a un calo nelle quantità di alimenti acquistati ma soprattutto all’affermarsi dei prodotti low cost in vendita nei discount, che sono gli unici a fare registrare un aumento nel commercio al dettaglio nel 2013.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
1.45 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti