Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tumore al seno

Le bevande che proteggono e quelle da evitare

di
Pubblicato il: 24-03-2014

Per una corretta prevenzione è importante prestare attenzione anche a ciò che beviamo, quali bevande evitare e quali invece sono consigliabili?

Le bevande che proteggono e quelle da evitare © Thinstock Sanihelp.it - La dottoressa Anna Villarini del Dipartimento di Medicina Predittiva dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano ricorda che come raccomanda il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro le bibite (gassate o non) contenenti zucchero, non solo non saziano e non dissetano, ma spingono a bere sempre di più, favorendo a lungo andare sovrappeso, obesità, malattie cronico-degenerative e alcuni tipi di tumori, tra cui quello al seno. Questo avviene in seguito all’innalzamento dei livelli di insulina. Lo stesso discorso vale per le bevande senza zucchero a cui sono stati aggiunti dolcificanti.
 
Anche un elevato consumo di succhi di frutta non zuccherati può far ingrassare perché contengono comunque molti zuccheri semplici, anche se naturali. La bevanda migliore è sempre l’acqua.

Anche il consumo di bevande alcoliche non giova alla salute, il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro sconsiglia del tutto il consumo di bevande contenenti etanolo (alcol), perché questa sostanza è di per sé cancerogena. Una donna non dovrebbe superare 10 grammi di alcol al giorno (che corrisponde ad esempio un bicchiere di vino da 125 ml); infatti già con un consumo giornaliero doppio  si osserva un aumento di rischio del 3% di sviluppare un tumore al seno. Questo perché la donna che consuma alcolici ha nel sangue valori più alti di ormoni sessuali maschili, come il testosterone, che sono associati a maggior rischio di tumore al seno.

Ci sono però bevande che svolgono una funzione protettiva: alcune tisane e tè fatti in casa, se non vengono zuccherati, aiutano a proteggerci dal tumore. Molto salutare è la tisana di zenzero, che si può ottenere facendo bollire qualche pezzetto di radice di zenzero per dieci minuti. Questa spezia è antitumorale, digestiva, antinfiammatoria e aiuta a eliminare i gas intestinali. Inoltre è utile per contrastare la nausea, anche quella dovuta alla chemioterapia.

Il tè verde invece è ricco di antiossidanti (soprattutto polifenoli e bioflavonoidi), sostanze che rallentano l'invecchiamento cellulare, favoriscono la rigenerazione dei tessuti e contrastano i radicali liberi, che possono favorire lo sviluppo del tumore.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Europa Donna Italia - www.europadonna.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
1.54 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti