Logo
Le parole pi¨ cercate: Dieta Abbronzatura Ernia
Ricerca personalizzata Google
Home > News e Articoli > Articolo

Rimedi naturali per stomaco e intestino

Come rimediare a un'indigestione

di
Pubblicato il: 20-01-2010

Ecco alcuni consigli per risolvere i problemi di indigestione. Dalle classiche tisane ai rimedi omeopatici e fitoterapici.

Sanihelp.it -
I manuali medici dicono che l'indigestione è un accidente gastrico provocato da eccessiva quantità di cibi o di bevande oppure da ingestione di cibi avariati.
Per l'indigestione da eccesso di cibo, un rimedio molto crudo è quello di ripulire lo stomaco provocando il vomito, se già non è spontaneo. Molto utile in questo caso è appoggiare la borsa dell'acqua calda sullo stomaco e infine digiuno per almeno 12 ore.
Per il secondo tipo di indigestione utilizziamo un decotto di camomilla: far bollire in 1 litro d'acqua, per un quarto d'ora, un miscuglio formato da 25 g di fiori di camomilla essicati e 25 g di melissa seccate e sminuzzate. Filtrare attraverso una tela leggera e berne due o tre tazze al giorno all'ora dei pasti.


Per aumentare la digestione usare un decotto di cumino. Bollire 30 grammi di semi in un litro di acqua per 3 minuti, lasciare in infusione 10 minuti. Berne una tazza da tè dopo i pasti. Oppure usare decotto di liquirizia. Bollire 5 minuti e lasciare macerare tutta la notte 50 grammi di radice in un litro di acqua. Bere pian piano durante la giornata. Oppure alcuni prodotti vegetali in compresse o in polvere sono utili: lo zenzero, l'achillea, l'anice verde, il finocchio.


Anche i rimedi omeopatici sono utili. Tutti i rimedi possono essere presi alla 5 CH o alla 7 CH, nella misura di 3 granuli per 3, 4 volte al giorno, proseguendo l'assunzione fino a miglioramento ottenuto dei sintomi.

Antimonium crudum: adatto per la classica indigestione da eccesso di cibo, con particolare riferimento ad alimenti grassi o a creme.

Nux vomica: indigestione da eccesso di alcolici; può anche essere preso in senso preventivo.

Arsenicum album: indigestione con forti bruciori di stomaco che migliorano un poco con bevande calde e caldo locale.

Argentum nitricum: dolori di stomaco con violente eruttazioni che sono sentite come brucianti; spesso l'indigestione è dovuta a eccesso di dolci.

Bryonia: stomaco pesante con dolori che peggiorano ad ogni movimento; si sta bene solo distesi a pancia in giù.


Dopo un'indigestione, si può usare sia un infuso di tè, sia un infuso di menta piperita, che agisce facilitando la digestione 2 prese per una tazza d'acqua, 10 minuti di infusione; la menta si può utilizzare anche in TM al dosaggio di 15, 20 gocce anche per 3 o 4 volte al giorno.

Note. Si ritiene indicato lasciare l'organismo a riposo per almeno un giorno dopo l'indigestione, assumendo solo tè o menta, con limone, eventualmente con miele.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
internet

© 2014 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?