Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Le prugne aiutano a ridurre gli zuccheri nella dieta

di
Pubblicato il: 02-04-2014
Le prugne aiutano a ridurre gli zuccheri nella dieta © Thinstock Sanihelp.it - Le prugne della California hanno proprietà benefiche sulla regolarità intestinale conosciute. Ma pochi sanno che possono costituire un sostituto naturale dello zucchero, aiutandoci in maniera salutare e gustosa a controllare un eventuale eccesso di zuccheri nella nostra alimentazione.
 
Frullandole e trasformandole in purea, possono essere utilizzate come dolcificante negli impasti per torte, dolci e biscotti. Ma possiamo anche addolcire lo yogurt bianco per una sana merenda o spalmarle su pane tostato e fette biscottate a colazione.
 
Il California Prune Board, il consorzio dei produttori di prugne della California, ha recentemente incaricato il proprio team di nutrizionisti di provare a ridurre il contenuto di zuccheri di 7 ricette dolci, sostituendolo con purea di prugne. Il risultato è stata una riduzione di zuccheri composti tra il 27% e il 35%, mantenendo consistenza e sapore di tutte le preparazioni. 
 
Un altro grande vantaggio delle prugne essiccate è che hanno un sapore più dolce rispetto al loro corrispettivo fresco. Essendo poi comode e pratiche da trasportare, rappresentano una perfetta alternativa agli snack confezionati, che tendono ad avere un alto contenuto di zuccheri raffinati, grassi e sale.

Le prugne secche contengono infatti solo zuccheri naturali e sono prive di grassi. Inoltre, l’avanzato processo di essiccazione, utilizzato in California, permette di mantenere tutti gli importanti nutrienti presenti nel frutto.
 
Lo scorso giugno l’Efsa ha riconosciuto loro un importante contributo al mantenimento della salute dell’apparato digerente, grazie all’alto contenuto di fibre.
 
La nutrizionista Evelina Flachi ha commentato: «Se eccediamo nel consumo di zucchero senza un adeguato dispendio energetico, possiamo superare di molto le calorie giornaliere di cui abbiamo bisogno.

È inoltre importante notare che lo zucchero assunto con la frutta intera, per la ricchezza di fibre di cui è composta, viene assorbito più lentamente dall’organismo e inoltre viene favorito un maggior effetto saziante. 
 
3 prugne della California possono essere una delle 5 porzioni giornaliere raccomandate per un corretto consumo di frutta e verdura e forniscono alla nostra dieta abituale un adeguato apporto di fibre utili al benessere dell’organismo», conclude la dottoressa Flachi.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
California Prune Board

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4.25 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti