Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Speciale running

Tre consigli last minute per affrontare la maratona

di
Pubblicato il: 04-04-2014
Tre consigli last minute per affrontare la maratona © Enervit Sanihelp.it - Quarantadue chilometri non sono una passeggiata, ma non rappresentano nemmeno un traguardo irraggiungibile. É questo ciò che devono aver pensato i ben 4.138 runners che domenica 6 aprile si presenteranno sulla linea di via della maratona più cool d’Italia.

Per tutti loro, ma anche per gli oltre 8.800 staffettisti che correranno la relay (un bel gesto di solidarietà che dimostra quanto lo sport possa fare bene non solo a chi lo pratica ), gli esperti dell’Equipe Enervit, guidata dal professor Enrico Arcelli – autore, tra gli altri, anche del recente successo editoriale Voglio Correre (Sperling&Kupfer) – hanno stilato una serie di consigli last minute da mettere in pratica a partire da domani, giorno antecedente la gara, per affrontare al meglio la gara.
 
Il giorno prima della competizione: è bene limitare i cibi ad alto contenuto di fibre (legumi, verdure e cereali integrali) e la frutta in quantità eccessiva nelle 24 ore prima della gara. Va inoltre evitato il consumo di latte e derivati e del gelato nelle ultime 24 ore e nella colazione stessa prima della gara. Controllate anche l’assunzione di caffè prima della competizione: con moderazione!
 
Il giorno della competizione:
Prima della gara - al posto della classica colazione, 2-3 ore prima della partenza, consigliamo di consumare uno spuntino a base di carboidrati e proteine. In alternativa, un valido aiuto può arrivare dagli integratori che permettono di fare il pieno di energia senza appesantire. La scienza Enervit consiglia di assumere due gelatine energetiche Pre Sport al posto della colazione e una mezz’ora prima della partenza con un sorso di acqua.
 
Durante la gara: mentre si corre è bene fornire all’organismo piccole dosi di energia. Il primo consiglio è quello di assumere carboidrati in forma liquida o gel. Le vibrazioni della corsa infatti rendono difficoltosa l’assimilazione di cibi solidi. Gli specialisti Enervit consigliano la seguente strategia energetica per affrontare al meglio la gara: al 10 km una tavoletta a base di malto destrine e fruttosio e sali minerali; intorno al 15 km una miscela di carboidrati facilmente assimilabili. Un valido aiuto per arrivare preparati al muro del trentesimo chilometro (causato proprio dall’esaurimento delle riserve di carboidrati causato da una mancata o scorretta strategia d’integrazione). Per affrontare, infine, al meglio gli ultimi dieci chilometri di gara, assumete carboidrati in forma liquida a piccoli sorsi. Al trentacinquesimo chilometro ultimo appello all’energia con un’ulteriore tavoletta. E non dimenticatevi di bere un sorso di acqua e sali minerali ogni qual volta sia possibile durante l’intero percorso.
 
Dopo la gara: al termine della maratona, per recuperare le sostanze perse durante lo sforzo fisico e riparare i danni muscolari causati dalla durata e dall’intensità dell’impegno, è ideale assumere un integratore a base di carboidrati, sali minerali, aminoacidi essenziali e vitamine antiossidanti disciolti in una borraccia d’acqua.
 
 
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Equipe Enervit

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
2 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti