Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Influenza 2005: il picco a gennaio

di
Pubblicato il: 20-12-2004

Confermate le previsioni degli esperti, i virus preannunciati quest'autunno stanno facendo la loro comparsa. L'arrivo del freddo contribuirà alla loro diffusione.

Sanihelp.it - La stagione influenzale 2004-2005 è iniziata ufficialmente dopo che a Genova e a Milano sono stati isolati i ceppi virali di tipo A e B.

I risultati dei laboratori hanno confermato la presenza dei virus Fujian (tipo A) e Shangai (tipo B). «la diffusione del virus sarà strettamente dipendente dall’abbassarsi della temperatura», ha spiegato il virologo milanese Fabrizio Pregliasco.«il picco del contagio sarà a gennaio e ai primi di febbraio per le regioni del meridione».

L’andamento epidemiologico sta ricalcando quello dello scorso anno perché i virus in circolazione sono abbastanza simili. Per questo i più colpiti saranno i bambini che non possiedono una memoria di anticorpi adeguata. Le stime indicano che circa la metà della popolazione colpita sarà compresa nella fascia di età tra 0 e 12 anni.

Anche i sintomi non saranno una sorpresa, saranno come al solito pesanti: febbre elevata, tosse stizzosa e dolori articolari. Per quanto riguarda la terapia si consigliano le classiche cure sintomatiche e in particolare quei farmaci contrassegnati da bollino rosso disponibili in farmacia senza bisogno di ricetta medica.

Durante la cura raccomandiamo di non azzerare completamente i sintomi, per evitare di considerarsi guariti prima del tempo e poi rischiare pensati ricadute.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti