Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Si rischia anoressia e obesità

Come insegnargli a mangiare frutta e verdura?

di
Pubblicato il: 20-05-2014

Il piccolo non ama frutta e verdura? Alcuni consigli degli esperti e un nuovo gioco interattivo per fargli cambiare idea.

Come insegnargli a mangiare frutta e verdura? © Thinstock Sanihelp.it - L'avversione di molti bambini verso frutta e verdura, se accentuata, può portare a forme di obesità anche gravi. Al tempo stesso, selettività (scelta mirata di alcuni alimenti) e neofobia (paura di entrare in contatto con nuovi cibi), possono innescare disturbi del comportamento alimentare come l'anoressia.

Lo sottolineano gli esperti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, che hanno presentato di recente un decalogo di consigli pratici per gestire il problema. 
  
La selettività alimentare è un disturbo che riguarda circa il 30% dei bambini, con il picco di incidenza intorno ai 2-4 anni (13%). Di questi bambini, circa la metà perpetua il comportamento oltre questa età, con una tendenza alla cronicizzazione.

A influenzare selettività e neofobia sono soprattutto l'alimentazione nei primi anni di vita (allattamento, divezzamento, quantità e qualità di cibo assunto tra 1 e 3 anni) e le cattive abitudini familiari. 

Come rivela uno studio condotto su un campione di bambini da 1 a 3 anni, il consumo di verdure e frutta è buono: solo il 17% dei genitori dichiara di non riuscire quasi mai a farle mangiare ai figli. Peccato che questa abitudine si perda nel tempo, in genere dai 4-5 anni in poi.

Selettività e neofobia possono essere vinte attraverso un approccio educativo che permetta di assaggiare e scoprire nuovi sapori senza paura. Ecco le 10 regole proposte dagli esperti. 

1. Tutta la famiglia deve cercare di avere lo stesso tipo di alimentazione.

2. Gli alimenti devono essere riproposti più volte. 

3. Gli adulti non devono costringere il bambino ad assaggiare un alimento con forza. Anche proporre un premio non è consigliabile. 
 
4. L'orario del pasto deve essere rispettato: è opportuno che tutta la famiglia mangi alla stessa ora e alla stessa tavola.

5. No giochi, no TV. 

6. Organizzare un percorso di familiarizzazione col cibo. 

7. Portarlo a fare la spesa. 

8. Coinvolgere il bambino mentre si cucina. 

9. L'ultimo passo: assaggiare insieme. 
 
10. La cucina diventa una festa. Prendere un cappellino da chef e rendere partecipe il bambino. 

E per incentivare i bambini a conoscere e amare di più i vegetali, da qualche giorno è possibile scaricare gratuitamente su App Store e Google Play Frutti&Veggi App, l’applicazione per tablet e iPad di Frutta&Verdura, Scoprila, Gustala, Sceglila, il programma triennale italo-francese rivolto a bambini e adolescenti con l’obiettivo di promuovere il consumo di frutta e verdura fresche di qualità.

L’applicazione ha lo scopo di avvicinare i bambini dai 3 ai 5 anni alla conoscenza dei prodotti ortofrutticoli più comuni attraverso uno strumento ludico e divertente: con l’aiuto di un adulto, il bambino può familiarizzare con diverse tipologie di vegetali, misurandosi nella composizione di un puzzle e nella risoluzione di un memory. 
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ospedale pediatrico Bambin Gesù e Frutta&Verdura, Scoprila, Gustala, Sceglila (promosso da Alimos e Interfel, co - finanziato dall’Unione Europea e in Italia dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
2.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti