Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Chi è basso vive più a lungo:merito del gene della longevità

di
Pubblicato il: 14-05-2014
Chi è basso vive più a lungo:merito del gene della longevità © Thinstock Sanihelp.it - Longevità e bassa statura sono strettamente connesse: a rivelarlo, una ricerca svolta su ottomila americani di origine giapponese monitorati dal Kuakini Honolulu Heart Program (HHP) e dal Kuakini Honolulu-Asia Aging Study (HAAS) per quasi cinquant’anni.

«Abbiamo suddiviso i partecipanti in due gruppi a seconda della loro altezza – spiega il dottor Bradley Willcox, ricercatore e professore presso il Dipartimento di Medicina geriatrica dell'Università delle Hawai –  Il primo gruppo comprendeva coloro i quali erano alti meno di un metro e cinquanta, il secondo invece da un metro e cinquanta in su. Il risultato è che le persone del primo gruppo hanno vissuto più a lungo».

La ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica PlosOne, ha infatti dimostrato come gli uomini più bassi abbiano una maggior probabilità di essere protetti da FOXO3, il gene della longevità, che se durante il periodo di sviluppo iniziale ha contribuito a rendere le dimensioni del corpo più ridotte, allo stesso tempo ne ha assicurato una maggiore durata. Inoltre, negli uomini più bassi sono stati riscontrati livelli contenuti di insulina nel sangue e una minore incidenza di cancro.

«Questo studio dimostra per la prima volta come la dimensione del corpo sia legata a questo gene – prosegue il dottor Willcox – Sono ora necessari ulteriori studi per verificare i risultati e determinare se possano essere validati anche per altri gruppi etnici o popoli, oltre che per gli americani di origine giapponese».

Honolulu è stata infatti appositamente scelta per questo tipo di studio prima di tutto perché risulta essere lo stato più longevo del paese, e in secondo luogo perché può contare su una composizione stabile della popolazione, che avendo un bassissimo tasso di emigrazione è quindi rimasta per la maggior parte nelle Hawaii: questo ha permesso ai ricercatori di mantenere un programma di studio lineare e continuativo su una delle più longeve popolazioni al mondo (circa 1.200 uomini dello studio hanno superato i novant’anni di età e circa 250 sono vivi tutt’oggi), e di compiere con il programma Honolulu Heart Program Kuakini, uno dei più grandi studi sull’invecchiamento mai compilati.
 
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Kuakini Health System

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti