Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gli antidolorifici provocano gravi problemi gastrointestinali

di
Pubblicato il: 04-01-2005
Sanihelp.it - Oltre il 70% dei pazienti che assumono per tre mesi antidolorifici non steroidei (NSAIDS) (come per esempio l’ibuprofene, contenuto in diverse specialità da banco, ma anche la famosissima aspirina), riportano danni visibili all’intestino.

Un altro duro colpo a questa categoria di farmaci e soprattutto ai loro utilizzatori dopo che è stato mostrato come i più moderni e più potenti antidolorifidc, gli inibitori COX-2, fanno aumentare il rischio di contrarre malattie cardiache.

Lo studio è stato condotto dal dottor David Graham del Baylor College of medicine di Houston. Alcuni pazienti che assumevano NSAIDS sono stati comparati ad altri che assumevano altri tipi di farmaci o nessun tipo di antui dolorifico.

In totale è stato rilevato qualche danno alle pareti intestinali al 10% dei pazienti. In coloro che hanno utilizzato NSAIDS la percentuale sale a 70%. i non steroidei quindi lavorano molto bene come antidolorifici ma provocano danni seri allo stomaco e all’intestino. Il problema è che questi farmaci spesso vengono usati come rimedio ad un semplice mal di testa.

La raccomandazione è di abbinare agli antinfiammatori dei farmaci protettivi, i cosiddetti inibitori di pompa.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti