Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Uomo

Farmaci per disfunzione erettile: i pericoli del fai da te

di
Pubblicato il: 20-05-2014

Aumentano i farmaci per affrontare questo problema sessuale, ma anche chi ne abusa e rischia di avere un effetto controproducente. Soprattutto tra i giovani.

Farmaci per disfunzione erettile: i pericoli del fai da te © Thinstock Sanihelp.it - Per i circa tre milioni di Italiani che soffrono di deficit erettile, esistono oggi quattro principi attivi farmacologici approvati contro tale disfunzione sessuale: sildenafil, taladafil, vardenafil e, l’ultimo nato, avanafil. Medicinali in grado certamente di fornire un prezioso aiuto, ma a patto di utilizzarli su prescrizione medica ed evitando assolutamente il fai da te.
 
Se la raccomandazione pare superflua, nella realtà non lo è. A sottolinearlo è il presidente della Società italiana di urologia (Siu), Vincenzo Mirone, che richiama l’attenzione soprattutto sui giovani: «Si riscontra un aumento di richieste per risolvere problemi legati alla disfunzione erettile ma, in questa categoria, le cause del disturbo sono più spesso di origine psicologica e non organica. Un ruolo lo gioca anche la cattiva educazione sessuale, che in molti casi, soprattutto tra i ragazzi, determina insicurezza ed ansia da prestazione».I giovani poi spesso chiedono farmaci non per affrontare un problema ma per avere super-prestazioni: « Ciò non ha nulla a che vedere con una situazione di malattia. Un fenomeno  legato anche ad un'errata cultura sessuale, sempre più improntata ad una sessualità da performance piuttosto che ad una sessualità vera» continua l’esperto.
 
Rivolgersi al medico è sempre e comunque essenziale per tutti: non solo perché serve una diagnosi accurata e perché come tutti i farmaci, anche quelli per l’erezione possono avere controindicazioni importanti, ma anche perché « se non c'è un reale bisogno si può innescare una dipendenza psicologica dal farmaco » avverte Mirone.
 
Il fai da te poi passa essenzialmente attraverso l’acquisto via web, che già di per sé nasconde insidie da non sottovalutare: «Le pillole in vendita in rete arrivano spesso dall'Est senza controlli e non sappiamo cosa contengano esattamente» conclude lo specialista.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ansa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4.29 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:
Promozioni:

Commenti