Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mondiali in Brasile: per gli ultras rischio... tifo

di
Pubblicato il: 05-06-2014
Sanihelp.it - I Mondiali di calcio sono da sempre un evento unico nel suo genere: i fanatici di questo sport, e in Italia come si sa sono tanti, attendono per ben quattro anni di tifare per la squadra del proprio paese, periodo nel quale si accumulano tensioni e aspettative pronte ad esplodere una volta dato il fischio d'inizio, a cui mancano solo pochi giorni. Sono molti i supporters italiani che, in barba alla crisi, hanno deciso di prendere un biglietto aereo e andare a sostenere gli azzurri, approfittando anche del fatto che quest'anno la manifestazione si terrà in Brasile, paese da sempre meta di turismo per le sue spiagge e le sue bellezze.

Ma tutti coloro che intraprenderanno il viaggio transoceanico devono conoscere anche i pericoli che questa vacanza tutta pallone e adrenalina può comportare. Il Centers for Diseases Control di Atlanta ha reso noto uno studio, pubblicato sulla rivista specializzata Jama Internal Medicine, che mette in guardia tutti coloro che andranno nella nazione carioca riguardo le malattie che si possono trasmettere in loco: sembra un gioco di parole, ma tra le minacce per la salute degli ultras vi è anche il tifo, patologia che in Italia si conosce poco perché debellata grazie alle vaccinazioni. Il tifo è un genere di malattia che si sviluppa in vari tipi di infezioni: come il tifo addominale, il tifo esantematico, il tifo endemico o il tifo itteroide, definito anche come febbre gialla.

Gli eventi di massa rappresentano sempre un possibile potenziale di focolai: basti pensare all'epidemia di meningiococco in Belgio nel 1997 per un evento calcistico internazionale o per il pellegrinaggio a La Mecca del 2010. Il consiglio è dunque, prima di imbarcarsi nell'avventura, andare dal medico e farsi vaccinare per le malattie per cui esiste una profilassi: per tutte le altre, come dengue e malaria, si consigliano repellenti per gli insetti e tutti i metodi preventivi solitamente seguiti quando si viaggia in un paese tropicale. Dunque, sempre consigliato mangiare cibi cotti, verdura sbucciata e bevande chiuse.  
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Centers for Diseases Control, Jama Internal Medicine

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti