Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Radiochirurgia

Radiochirurgia e cervello: cure più precise anche in Italia

di
Pubblicato il: 17-06-2014

L'Humanitas di Rozzano è il primo istituto in Italia a dotarsi dell'acceleratore EDGE Radiosurgery, un sistema made in USA per il trattamento di tumori cerebrali e non solo.

Radiochirurgia e cervello: cure più precise anche in Italia © Thinstock Sanihelp.it - Pochi minuti per un trattamento a elevata precisione: questi due dei vantaggi dell’acceleratore lineare EDGE Radiosurgery, indicato per tumori come gliomi, metastasi cerebrali, piccoli neurinomi e meningiomi. La tecnologia viene utilizzata al Cancer Center dell’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (Milano) per la prima volta in Italia dopo Lisbona e Detroit, centri con cui l’Istituto ha una collaborazione scientifica.
 
EDGE Radiosurgery può anche essere utile per il trattamento dei tumori di polmone, prostata e fegato. In questi casi, un altro sistema innovativo (Calypso) collegato a EDGE, consente di visualizzare la posizione del volume bersaglio durante l’irradiazione attraverso l’impianto di piccoli markers chiamati beacons.
Il sistema rivela attraverso onde elettromagnetiche (come segnali GPS) la posizione della lesione e i suoi movimenti nel tempo. I beacons hanno dimensioni millimetriche e vengono impiantati dal chirurgo toracico o dall’urologo con una metodica minimamente invasiva in ambulatorio, senza provocare alcun dolore. Grazie a questo sistema è possibile tenere conto del movimento interno degli organi colpendo il tumore con maggiore precisione e risparmiando il tessuto sano.Lo sviluppo di EDGE Radiosurgery punta ad aiutare i clinici nell’esecuzione di trattamenti radianti non invasivi ad alta intensità di dose, dall’urologia alla neurochirurgia. Dotato di strumenti di monitoraggio in tempo reale, è stato progettato per la localizzazione del tumore e la valutazione del movimento. Il tempo di irradiazione è ridotto a pochi minuti (circa  2-3 per seduta) anche somministrando dosi elevate come nei trattamenti stereotassici. 

«Grazie a questo sofisticato sistema è possibile utilizzare frazionamenti non convenzionali della dose rendendo i trattamenti stereotassici sempre più efficaci. In considerazione del sempre maggior numero di pazienti anziani e con comorbidità, non suscettibili di trattamenti chirurgici, la SBRT (Radioterapia stereotassica corporea)  rappresenta una valida alternativa non invasiva e altamente efficace nel trattamento di diversi tipi di tumori solidi. Piccoli tumori del polmone in stadio iniziale possono essere trattati ambulatorialmente in 3/4 sedute cosi come il carcinoma della prostata, lesioni pancreatiche o neoplasie primitive e secondarie del fegato», spiega la dottoressa Marta Scorsetti, responsabile di Radioterapia e Radiochirurgia in Humanitas.«Con questa nuova apparecchiatura si aggiunge un’ulteriore arma terapeutica per la cura dei pazienti di Humanitas. Le nuove tecnologie si inseriscono all’interno di una strategia globale che da sempre contraddistingue Humanitas Cancer Center: coniugare il trattamento più adatto ed efficace per ogni singolo caso con la qualità di vita migliore possibile per il paziente. Questo significa terapie mediche meno tossiche, chirurgia sempre meno invasiva e demolitiva, trattamenti radioterapici più brevi e mirati sul bersaglio tumorale.
In particolare, questa nuova macchina consente di trattare con risultati migliori i tumori irradiabili. Inoltre, promuove una stretta collaborazione fra radioterapisti e chirurghi per l’impianto dei beacons nel polmone e nella prostata. Nel nostro Centro la collaborazione tra specialisti in discipline differenti (oncologi medici ed ematologi, chirurghi, radioterapisti, psicologi) è da sempre uno dei punti di forza, perché consente di prendersi cura dei pazienti in modo globale e personalizzato, con percorsi terapeutici diversi e ritagliati sulla specificità dei bisogni di ciascuno», spiega il dottor Armando Santoro, direttore di Humanitas Cancer Center.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Comunicato stampa Istituto Clinico Humanitas

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti