Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cinque trattamenti che ti rimettono a nuovo

di
Pubblicato il: 30-06-2014
Sanihelp.it - Tempo di relax e vacanze. Chi non può permettersi un weekend fuori città, ma desidera comunque ritagliarsi un momento tutto per sé, lontano dallo stress e dai ritmi frenetici della vita quotidiana, può provare uno dei trattamenti proposti da Annamaria Previati, estetista milanese esperta in trattamenti naturali.

Chi desidera una ristrutturazione completa del corpo può provare lo Stem massage, un trattamento di due ore eseguito con steli di legno di ciliegio con all’estremità sfere di varia grandezza.

Si comincia massaggiando i punti neurovascolari del cranio, centraline di comando di afflusso emolinfatico ed energetico ai tessuti e agli organi del corpo. Quindi si percorre la colonna in senso craniocaudale (dal collo alle natiche) e si rassodano le gambe con movimenti spiraliformi. Si conclude con esercizi di stretching. 
 
Anche il trattamento con la torba ha un profondo effetto rigenerante. Prevede un impacco di fango su tutto il corpo, lasciato riposare per circa mezzora, affinché l’organismo lasci andare le scorie accumulate e si purifichi. Nel frattempo la persona si gode un piacevole massaggio al viso e alla testa. Al termine, si risciacqua e si conclude con un massaggio eseguito con un latte o un burro morbido.
 
Ideale per disintossicarsi dopo l'inverno, il drenaggio mesenchimale è un massaggio profondo che riattiva i punti neuromuscolari e riflessi, per stimolare gli organi emuntori (polmoni, fegato, reni, intestino) a funzionare meglio. Prevede l’utilizzo di una miscela di oli come quello di capsico, che risveglia il microcircolo cutaneo, e l’olio tachionico, in grado di riequilibrare le forze vitali dell’organismo.

Può essere abbinato a bagni di vapore detossinanti e ossigenanti, sedute di pressoterapia o biodetox (un trattamento che mira a ristabilire l’equilibrio di ioni positivi e negativi per favorire l’auto-purificazione dalle tossine).
 
Arrivano dall’Africa i trattamenti a base di rosa di Damasco e rassoul, una polvere nera del deserto maghrebino. Prevede una fase iniziale di detersione con sapone nero di Aleppo, per allontanare le tossine e i residui cittadini, e un gommage ai cereali berberi, eseguito con la kessa (un guanto di fibra vegetale ad azione esfoliante). Intanto si effettua un massaggio a collo e spalle, a base di olio di argan ed essenza di neroli.

A questo punto si entra in una tenda di vapore con profumi di legni pregiati, in cui viene avviene l’applicazione del rassoul. Segue una doccia calda e profumata. Il culmine del rituale è il massaggio con l’olio di rosa damascena e latte di fiori o frutta.
 
Un altro filone che sta riscuotendo molto successo è quello dei rituali monotematici, che esaltano le risorse del territorio. «Ogni zona geografica ha il suo ingrediente di punta: solo per citare gli oli, in Marocco c’è quello di argan, in Italia e in Grecia quelli d’oliva e di mandorle, in Indonesia quello di macassar», racconta l’esperta.

L’olio di oliva è protagonista di molti trattamenti di benessere in cabina, uno dei quali, abbinato alla lavanda, è molto apprezzato. «Si comincia con bagno di vapore e un peeling al naturale (i microgranuli sono ottenuti dalle olive riciclate)», descrive Annamaria.

«Dopo aver risciacquato, si procede con un impacco a base di olio essenziale di lavanda e burro di karité, da lasciare in posa per mezzora, a cui segue un massaggio rigenerante all’olio. La chicca finale è il florilegio, una vaporizzazione di acqua floreale su tutto il corpo».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Annamaria Previati

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti