Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenzione d'estate

Centri estivi: 3 regole per divertisi in sicurezza

di
Pubblicato il: 01-07-2014

Un bambino su due si fa male al centro estivo. Ecco come evitare incidenti e traumi, per divertirsi a più non posso!

Centri estivi: 3 regole per divertisi in sicurezza © Thinstock Sanihelp.it - Viva i centri estivi. Con la chiusura delle scuole e i genitori che lavorano fino ad agosto, guai se non ci fossero queste proposte. Scuole, associazioni, strutture sportive: le offerte non mancano. Lì i bambini hanno la possibilità di fare nuove amicizie, imparare nuove discipline sportive, potenziare le capacità intellettive e fisiche. 

Attenzione però: i bambini che non praticano alcuna attività fisica durante l’anno, ai centri estivi sono più a rischio di distorsioni o fratture durante le attività sportive e ricreative.

Calcio, basket, pallavolo: basta una partitella affrontata a freddo per ritrovarsi con uno stiramento muscolare, una contusione o un trauma a caviglie o ginocchia, proprio come accade ai grandi. Ecco 3 semplici regole per non far rischiare traumi a bambini e ragazzi:

1. Riscaldarsi.
Bastano pochi minuti per dare la giusta carica ai muscoli. Si può fare a casa prima di andare al centro estivo, oppure parlarne con gli animatori. Si comincia con una prima fase comune a tutti gli sport: 5-10 minuti di esercizi preparano il corpo allo sforzo, rimuovendo l’inerzia e aumentando la temperatura.

Si prosegue con una seconda fase specifica per l’attività scelta, mirata a riscaldare i muscoli e le articolazioni coinvolti. Sì ad esercizi brevi, per non rischiare di bruciare tutta l’energia e annoiare.

2. Terminare con il defatigamento. 
Se con il riscaldamento le articolazioni acquisiscono elasticità e sono meno esposte ai traumi, altrettanto importante è il defaticamento: gli esperti raccomandano di non interrompere l’attività bruscamente, ma proseguirla per qualche minuto a un ritmo lento.

Le tossine prodotte dallo sforzo e accumulate nelle fibre muscolari vengono così smaltite con maggior facilità dal sangue che circola più velocemente, garantendo un recupero veloce. Basta una passeggiata a passo lento dopo il centro estivo, magari accompagnata da una bottiglia d’acqua e un gelato artigianale o una granita alla frutta per favorire il recupero delle energie spese e l’idratazione.

3. Poche attività, ma sicure. 
Trascurare il riscaldamento non causa di per sé incidenti ma ne aumenta il rischio: si va da semplici crampi o stiramenti muscolari, fino a distorsioni e lussazioni. Anche quando non accade alcun trauma il corpo subisce un calo di efficienza.

Per questo gli esperti consigliano di scegliere il centro estivo con attenzione, informandosi più sulla preparazione sportiva di chi si occupa dei bambini che del numero di attività proposte.
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
www.saniperscelta.com

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti