Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Bambini, il gioco è una cosa seria!

di
Pubblicato il: 17-01-2005

Per i bambini di oggi, nascondino e moscacieca sono giochi sconosciuti, sostituiti da tv e videogames. Ma dall'america arriva un monito: il gioco libero all'aperto serve.

Sanihelp.it - Un recente studio americano ha riportato alla luce l’importanza del gioco libero all’aperto, ormai quasi dimenticato dai bambini in favore di attività sedentarie come TV e videogiochi.
I responsabili dello studio, guidati dalla dottoressa Burdette del Children's Hospital di Philadelphia, sostengono che il gioco libero sia fondamentale per contrastare l’epidemia di obesità infantile oggi al centro dell’opinione pubblica, ma anche per il benessere generale del bambino.

Alcuni esperimenti hanno dimostrato infatti che ratti e topi esposti ad un ambiente stimolante hanno migliorato le capacità di apprendimento e la memoria, e questo vale a maggior ragione per i bambini, che spesso durante il gioco all’aperto si trovano a dover risolvere problemi e a dover pensare in modo creativo.
Anche le attuali ricerche neurobiologiche confermano l’importanza del gioco libero per lo sviluppo sociale, emotivo, e cognitivo dei bambini.

Il termine gioco, poi, viene percepito dai genitori in modo più positivo rispetto a termini come attività fisica o esercizio. Soprattutto nei casi in cui il bambino sia in cura per un disturbo da deficit di attenzione, il suggerimento di aumentare l’attività fisica del bambino potrebbe essere frainteso. Il termine gioco può eliminare parte di questa confusione.

Secondo la Burdette l’aggregazione dei bambini con i loro pari durante il gioco libero incoraggia lo sviluppo delle competenze sociali, e l’attività di gioco non strutturata riduce ansia , depressione, aggressività e disturbi del sonno.

Anche i genitori che si uniscono al gioco dei propri figli possono trarne dei benefici, aumentando i propri livelli di attività fisica e migliorando il proprio umore. I ricercatori sostengono che questa consapevolezza sarà più efficace di qualsiasi prescrizione sanitaria.

Gli sforzi per aumentare le attività di gioco all’aperto dei bambini non devono però riguardare soltanto i genitori: anche il prescuola o il doposcuola possono diventare contenitori ideali per le attività di gioco non strutturato. In questo senso è importante anche rendere sicuri gli spazi aperti dedicati al gioco, liberandoli da rifiuti e da attività illegali.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Archives of Pediatric & Adolescent Medicine

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti