Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Contro il sudore eccessivo, il botulino è sicuro ed efficace

di
Pubblicato il: 07-07-2014
Sanihelp.it - Stringere la mano diventa un incubo, così come togliersi la giacca o sfilarsi le scarpe. E la situazione peggiora, notevolmente, con l’estate. Sono le persone colpite da iperidrosi, una forma di sudorazione eccessiva che interessa, secondo le statistiche, il 4% della popolazione.

«Chi soffre di iperidrosi suda in modo copioso e incontrollabile - afferma Giuseppe Sito, vicepresidente dell’Associazione Italiana Trattamento Estetico Botulino (Aiteb) - Non dipende dal caldo, da un’eccessiva emotività o dall’attività fisica, ma dall’iperfunzione del sistema nervoso centrale che controlla la sudorazione».

Un problema imbarazzante che spinge a isolarsi, influendo anche nella vita lavorativa e nei rapporti con il partner. Una soluzione arriva da un farmaco conosciuto soprattutto per il suo uso in medicina estetica per attenuare le rughe: la tossina botulinica.

«Bastano delle iniezioni nei punti in cui il sudore sovrabbonda, ossia mani, fronte, nuca, piedi e ascelle, per risolvere il problema – afferma il vicepresidente Aiteb - Il farmaco agisce bloccando le ghiandole in modo temporaneo.

Il trattamento dura in genere da 6 a 9 mesi e può essere ripetuto, è praticato da anni ed è sicuro, avvallato da una ampissima letteratura scientifica.

Alle ascelle e ai piedi non vi sono effetti collaterali significativi, mentre per i trattamenti alle mani può verificarsi una temporanea riduzione della forza. Per quanto riguarda il volto, si assiste anche a un’attenuazione delle rughe.

Si tratta di un intervento che può essere praticato ambulatorialmente, da medici che abbiano una comprovata specializzazione con la tossina botulinica».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Aiteb

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti