Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Riparare i danni

Capelli: programma ristrutturante dopo l'estate

di
Pubblicato il: 26-08-2014

Vacanze finite? Ripariamo i danni del sole sui capelli con un programma di ristrutturazione completa, dalle radici alle punte.

Capelli: programma ristrutturante dopo l'estate © Thinstock Sanihelp.it - Partiamo per le vacanze con una chioma folta e luminosa e torniamo con un mucchio di paglia debole e aggrovigliata sulla testa. Effetto del sole, ma anche delle scarse cure che dedichiamo a noi stesse d’estate.

Indeboliti dalle aggressioni atmosferiche, i capelli non sanno più trattenere l’acqua, le scaglie si sollevano e si assottigliano. Il cemento intercellulare perde sostanza e le fibre di cheratina risultano impoverite. Disidratati e carenti di lipidi, i capelli appaiono aridi, opachi e porosi.

Corriamo ai ripari. Serve una riparazione accurata della struttura profonda e superficiale dello stelo. È fondamentale scegliere prodotti che rigenerano le cellule danneggiate, dalla cuticola alla corteccia, con agenti affini alle sostanze che compongono i capelli.

Il risultato ottimale si ottiene attraverso l’apporto di sostanze restitutive come proteine, lipidi, ceramidi, cheratina, molecole altamente idratanti e vitamine. Per esempio olio di jojoba, che esercita una spiccata azione ammorbidente e lucidante, aumenta la resistenza agli agenti esterni, uniforma lo stelo del capello.

L’olio di macadamia è ricco di acidi grassi monoinsaturi dalle proprietà ristrutturanti, nutrienti, idratanti e addolcenti. L’olio di girasole offre un risultato specifico per ogni parte del capello: apporta energia al bulbo pilifero, protegge la superficie del capello dagli agenti esterni, reintegra il cemento intracellulare della cuticola, ripristina i legami e compensa le perdite lipidiche delle fibre della corteccia.

E poi estratto di tè verde, dalle azioni antiossidanti, purificanti, fortificanti e lucidanti, burro di mango, che nutre la fibra capillare, ristruttura il capello, aiuta a ricostituire il film idrolipidico, inguaina e sublima il capello, vitamina E, che nutre i capelli, prevenendo i danni sulle punte e rendendo i capelli 10 volte più resistenti.

Caroline Bufalini, hair stylist e consulente Klorane, consiglia di iniziare con uno shampoo ricco di elementi ristrutturanti, che nutre e prepara i capelli agli step successivi. Proseguire con il balsamo o la maschera, che ridonano setosità e pettinabilità allo stelo danneggiato.

Se i capelli sono molto secchi, la sera precedente allo shampoo si può applicare la maschera o il balsamo miscelandoli con un olio ad azione riparatrice e protettiva, che facilita la penetrazione dei principi attivi.

Enrico Mariotti, hair-stylist ufficiale di Pantene Pro-V Italia, consiglia gli oli secchi. Possono essere utilizzati su tutti i tipi di capelli, non appesantiscono e non ungono. Su capelli umidi o asciutti, sia la mattina che la sera, si assorbono facilmente lasciando una sensazione leggera e capelli più facili da modellare.

Per utilizzare l’olio sui capelli asciutti, scaldarne una piccola quantità con le mani e applicare il prodotto con una spazzola sulle lunghezze. Oppure, applicare una piccola quantità di prodotto sui capelli umidi, da metà lunghezza fino alle punte, e asciugarli con il phon oppure all’aria aperta.

Per usarlo come trattamento, la sera è consigliabile inumidire i capelli con l’olio e raccoglierli in uno chignon prima di andare a dormire. Lavare i capelli la mattina seguente per ottenere una morbidezza e una lucentezza incredibili. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Pantene, Klorane

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti