Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il veleno di api e scorpioni arresta la crescita tumorale

di
Pubblicato il: 12-08-2014
Sanihelp.it - Proseguono le ricerche volte alla scoperta di una soluzione definitiva che possa debellare l'incubo dei tumori, piaga che oggigiorno rappresenta la principale ragione della diminuzione dell'aspettativa di vita di un individuo. Stavolta è l'Università dell'Illinois a balzare agli onori delle cronache per i risultati di uno studio a dir poco originale, presentato durante il Meeting Nazionale della American Chemical Society. I ricercatori americani hanno infatti individuato quello che potrebbe diventare un prezioso alleato per tutti i pazienti colpiti dal cancro, in particolare da melanoma o tumori della mammella, trovando una sorta di aiuto laddove meno uno si aspetterebbe di scovarlo: nel veleno dei rettili e degli insetti, come serpenti, api e scorpioni.

Tali animali non sono certo famosi per essere i migliori amici dell'uomo: anzi, il loro istinto di sopravvivenza li rende terribilmente ostili e, a volte, addirittura letali. Tuttavia i ricercatori dell'Università dell'Illinois sono riusciti ad isolare una proteina, chiamata mellitina, proprio a partire dal veleno d'ape, dov'è presente in quantità modestissima: ciò nonostante sono stati in grado di risintetizzarla in laboratorio, creando nanoparticelle che sono state in seguito utilizzate per i test per la cura del tumore.

I risultati si sono dimostrati notevolmente incoraggianti: questa sostanza risultava infatti in grado di penetrare le cellule cancerogene lasciando intaccate quelle sane. Ciò comportava un'arresto dello sviluppo del tessuto tumorale, riuscendo quindi a bloccarne la diffusione e l'espansione. Secondo gli scienziati americani autori dello studio occorreranno ancora dai 3 ai 5 anni per studiarne il meccanismo e confermare che tale terapia non sia effettivamente nociva per l'uomo, ma che comunque si tratta di un piccolo passo verso un nuovo tipo di medicinali ricavati dal veleno di animali solitamente ostili che potrebbero finalmente regalare nuove speranze ai pazienti che lottano per la vita.  


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
UniversitÓ dell'Illinois

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4.33 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti